Secondo un nuovo sondaggio, meno della metà degli americani prevede di assistere a concerti dal vivo, eventi sportivi, andare al cinema e in parchi di divertimento prima che diventi disponibile un vaccino o un trattamento efficace contro il coronavirus.

Il sondaggio di opinione di Reuters / Ipsos pubblicato martedì ha mostrato che solo il 27% degli intervistati sarebbe andato a un concerto, al cinema o ad uno spettacolo teatrale dal vivo quando questi luoghi riapriranno.

Il trentadue percento ha dichiarato che avrebbe aspettato un vaccino prima di tornare al cinema, al teatro o ai concerti. Complessivamente, il 55% degli americani ha affermato che tali eventi non dovrebbero riprendere prima che sia disponibile un vaccino.

4.429 adulti americani hanno partecipato al sondaggio.

Secondo i Centers for Disease Control And Prevention, grandi eventi e raduni di massa possono contribuire alla diffusione del COVID-19 negli Stati Uniti tramite persone che partecipano a questi eventi e diffondono il virus.

Esperti di sanità pubblica hanno ripetutamente espresso la preoccupazione che gli americani stiano sottovalutando la percezione che la pandemia di coronavirus interromperà la vita quotidiana nel paese.

Il dottor Anthony Fauci, capo dell’Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive e parte della task force del coronavirus della Casa Bianca, ha affermato che un vaccino potrebbe arrivare tra 12 e 18 mesi, ma altri esperti hanno affermato che potrebbe richiedere ancora più tempo.

Mentre la malattia del coronavirus continua a diffondersi, gli organizzatori di eventi dal vivo hanno cancellato o posticipato grandi incontri, tra cui concerti e festival.

Durante un briefing con la stampa martedì (14 aprile), il Governatore della California Gavin Newsom aveva indicato che non esiste un calendario specifico per modificare le restrizioni che sono state poste in risposta allo scoppio del coronavirus, ma ha detto che i concerti e gli eventi di massa saranno le ultime cose a tornare alla normalità.

Il presidente di Live Nation Joe Berchtold in un’intervista con la CNBC, aveva dichiarato che i grandi eventi live sarebbero ripresi solo con un vaccinoun processo che potrebbe richiedere da 12 a 18 mesi.

 

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi