Continua il processo di Johnny Depp, che ha citato in giudizio l’editore del «Sun», la News Group Newspapers, e il direttore esecutivo, Dan Wootton, per diffamazione per un articolo scritto nel 2018 in cui lo si definisce «wife beater», «picchiatore di mogli», filone della causa per percosse e violenze domestiche durante il matrimonio con Amber Heard, ancora in esame negli Stati Uniti. 

Nella seconda giornata di udienza, Johnny Depp è stato accusato dall’ex moglie di aver organizzato un ‘festino’ a base di cocaina della durata di 24 ore con Marilyn Manson, dopo che entrambi avevano portato la figlia dell’attore a scuola.

La star di Hollywood afferma di aver assunto preso la cocaina con Manson “tre volte”, ma ha negato che le droghe fossero coinvolte nell’episodio specifico.

In aula sono stati letti dei messaggi che la Heard (presente anche lei in tribunale in qualità di testimone) avrebbe mandato alla sorella dell’attore, Christi Dembrowski. Secondo l’attrice, Johnny una volta ha iniziato a bere e a drogarsi con Marilyn Manson per tutto il giorno, dopo aver accompagnato la figlia Lily-Rose a scuola. Nei messaggi, Amber era preoccupata per la bambina, che aveva solo 15 anni e voleva accertarsi che fosse arrivata a destinazione. 

L’attore, 57 anni, ha ammesso di aver lasciato Lily-Rose alle sue lezioni con il famigerato rocker maledetto, ma ha negato di aver organizzato il festino a base di stupefacenti.

Una foto è stata resa nota dalla donna e dalla difesa per dimostrare che secondo loro Depp era “un uomo spesso totalmente fuori controllo”, come mostrerebbe un’altra istantanea scattata dall’attrice, in cui Johnny sembra collassato a terra, apparentemente dopo un cocktail di sostanze stupefacenti e super alcolici.

Quattro strisce di cocaina già pronte, tagliuzzate con la sua carta di credito. Una pinta di whisky e Red Bull. La scatolina di metallo per le droghe. Tabacco da rollare. Il Los Angeles Times appena consegnato dal postino. Un cd masterizzato con “Robbed Blind” di Keith Richards.

Dal canto suo, Depp sostiene che Amber Heard ubriaca e drogata gli abbia quasi mozzato un dito con una bottiglia di vodka (e ha mostrato anche le foto in aula), che il vero motivo del loro divorzio sarebbe che lei “defecava nel letto matrimoniale”, che “la vera violenta è lei, non io!”,  tanto che una volta, nel 2006, in viaggio su un aereo privato, Johnny pare abbia dovuto dormire in bagno:

“Le sue accuse sono assurde e folli!”. In una conversazione, l’attrice a un certo punto urla a Depp: “Ti ho colpito ma non ti ho steso, sei un bambino del cazzo!”.

Il processo continua…

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi