La decisione di autorizzare iI concerto dei Kiss all’Arena di Verona di lunedì 11 luglio rimane ancora in sospeso.

L’incontro tra il Soprintendente per le Belle arti, paesaggio, archeologia di Verona, Vincenzo Tinè e il neo eletto sindaco Damiano Tommasi non ha portato ad un momentaneo accordo per lo svolgimento dello spettacolo. “Al momento non possiamo ancora sciogliere le riserve” trapela dalla riunione.

L’autorizzazione era stata negata dalla Soprintendenza nei giorni scorsi durante la commissione per i fuochi d’artificio e le fiamme che potrebbero mettere a repentaglio la sicurezza delle persone e della storica struttura.

Le istanze del sindaco sono giunte a uffici chiusi: lunedì le valuteremo attentamente, compresi i complessi passaggi formali e i dettagli specifici sul concerto. Quindi, ufficializzeremo la nostra decisione”

Spiega il Soprintendente al quotidiano l’Arena.

Il manager dei Kiss si era opposto alla decisione di non autorizzare lo spettacolo pirotecnico, ribadendo che la band non sarebbe salita sul palco dell’Arena senza lo show al completo.

“Questo è il momento più paradossale di tutta l’estate”

aveva dichiarato Roberto De Luca, presidente di Live Nation Italia.

Author

Write A Comment

X