KORN – A Jonathan Davis non è piaciuto The Serenity Of Suffering

Come ormai sappiamo, il 13 Settembre esce il nuovo album dei KornThe Nothing” prodotto da Nick Raskulinecz.

È stato chiesto a Brian “Head” Welch (chitarra) e a Jonathan Davis di raccontare come si è svolto il processo di creazione testi e musiche.

Alla fine si tratta di trovarsi e iniziare a suonare insieme, io (Welch), Ray (batteria), Munky ed il produttore. Fieldy (basso) poteva raggiungerci impegni permettendo; ha 5 figli.

Ero molto orgoglioso dell’ultimo album The Serenity Of Suffering, e tutti noi amavamo il risultato ma credo ci fossero alcuni brani che a Jonathan, in realtà, non piacevano.

Volevamo davvero che gli piacesse ciò che avevamo prodotto. Lui stava peggio di noi perchè avrebbe voluto amare ogni parte del lavoro ma proprio non ce la faceva. Così per questo ultimo album gli mandavamo i pezzi e lui rispondeva con”si” o “no” o mandandoci delle indicazioni: “perchè non fate così?” – “provate in questo modo”. E a nostra volta rispondevamo “Cosa dovremmo fare oggi?” e lui rispondeva cose come “PANTERA! Pensa a dei pesantissimi Pantera. Fate una cosa simile”. Così ci lavoravamo su, gli rimandavamo il pezzo e lui ci rispondeva “SPLENDIDO!!”

Jonathan aggiunge:

Amo ciò che facciamo. Lo amo. Loro mi mandavano le melodie e se era giusta, e me lo sentivo, ci lavoravo. L’ultimo album (The Serenity Of Suffering), mi faceva solo dire “ok…“e mi dispiaceva perchè i ragazzi ci avevano lavorato per molto tempo e ci avevano messo il cuore. Non rifarò lo stesso sbaglio. In questo album ogni brano è pazzesco.

Davis ha perso la moglie esattamente un anno fa e ha detto alla rivista Kerrang! che “The Nothing”:

Riflette gli eventi successi nella sua vita.  Fondamentalmente parla di me mentre cerco di superare tutte le cose successe un anno fa. È stato molto emozionante. Non vedo l’ora che il pubblico lo ascolti. Ho davvero investito molto tempo per renderlo come volevo.

Davis ha inoltre aggiunto che realizzare quest’album e stato difficile ma allo stesso tempo terapeutico. 

È orribile, non posso dire che non lo sia. È stato davvero duro. Ma è così che affronto i miei problemi, buttando il cuore e l’anima nella mia arte.

 

È uscito pochi giorni fa il singolo dei Korn “Cold” tratto da “The Serenity Of Suffering”:

 

 

 

 

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


X