KORN, JONATHAN DAVIS: “Ogni volta che ascolto “The Nothing”, scoppio a piangere

"lo faccio perché ci sono persone là fuori che possono identificarsi con le canzoni"

Il cantante dei KORN Jonathan Davis ha ammesso di avere difficoltà ad ascoltare l’ultimo album della band, “The Nothing“, perché ha perso sia sua madre che la sua ex moglie nello stesso periodo prima delle sessioni di registrazione del disco.

Ogni disco dei KORN è terapeutico per me“, ha detto alla rivista Kerrang!. “È come un capitolo della mia vita. Posso prendere qualsiasi disco dei KORN, ascoltarlo e ricordare ciò che stavo vivendo emotivamente in quel momento. È il mio tutto; mi fa andare avanti, mi tiene in vita e allevia il dolore.

“Non riesco ad ascoltare [‘The Nothing’]”, ha detto. “Ogni volta che lo ascolto, scoppio a piangere, cazzo. Voglio dire, è difficile per me suonare quelle canzoni. È fottutamente difficile. Ma lo faccio perché ci sono persone là fuori che possono identificarsi con esse.”

La moglie di Davis, Deven, è morta nell’agosto 2018 all’età di 39 anni per un mix di cinque droghe, tra cui cocaina ed eroina.

Brian “Head” Welch aveva detto di aver tratto ispirazione dal dolore del cantante:

Il mio cantante mi sta davvero ispirando ora, perché ha appena attraversato la tragedia l’anno scorso, e sta usando tutto il dolore solo per diventare una persona migliore, un papà migliore, un cantante migliore, sta usando tutto e buttando tutto [fuori]. E ‘come se fosse tutto per uno scopo.

Potete leggere la recensione di The Nothing dei Korn qui.

 

Jonathan Davis, Korn live @ Milano – foto di Angeli Daniele

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


X