comunicato stampa

Una carriera lunga trent’anni e un disco fresco di stampa che ne ha sancito la definitiva reunion. Formazione cardine di quell’alt-rock italiano intriso di poesia e della miglior canzone d’autore, i La Crus saranno in concerto martedì 2 luglio (ore 21,15) nel giardino della Villa Medicea di Poggio a Caiano (Prato) per l’appuntamento inaugurale del Festival delle Colline, rassegna che da 45 anni porta spettacolo e cultura in luoghi d’arte e scenari bucolici di Prato e delle Colline Pratesi.

I biglietti – posto unico 18 euro – sono disponibili su www.ticketone.it (tel. 892.101) e nei punti Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita – tel. 055.210804).

I La Crus approderanno al Festival delle Colline sulle ali di “Proteggimi da ciò che voglio”, l’attesissimo album del ritorno. Trainato dal singolo “Mangia dormi lavora ripeti” e dalle nuove versioni di “Io Confesso” e “Come Ogni Volta”, il disco propone tematiche ricorrenti, come quelle del tempo, del lavoro e dello smarrimento.

La sfida ambiziosa nella stesura dei testi è stata quella di far convivere due elementi che possono sembrare in contraddizione. Avere uno sguardo politico e al tempo stesso poetico. Pericoloso ma intrigante, cercando di sfuggire dalla retorica populista con un approccio interiore e profondo. Usando sempre e comunque la parola sussurrata, in punta di penna. Il titolo è ispirato da “Protect Me From What I Want”, un’opera dell’artista statunitense Jenny Holzer.

Sul palco i La Crus si presenteranno con una formazione inedita, dal sound potente e ricercato, per una scaletta in cui non mancheranno i successi del passato: Joe / Mauro Ermanno Giovanardi (voce e armonica), Cesare Malfatti (chitarre e campioni), Chiara Castello (tastiere e cori), Marco Carusino (basso e chitarre) e Leziero Rescigno (batterie).

PROSSIMI APPUNTAMENTI – Festival delle Colline continuerà mercoledì 3 luglio, sempre alla Villa medicea di Poggio a Caiano, con l’omaggio a Morricone di Nello Salza, la tromba del cinema italiano, per lunghi anni a fianco del Maestro. Lunedì 8 luglio alla Corte delle Sculture della Biblioteca Lazzerini, a Prato, approdano le Maustetytöt, duo finlandese che il regista Aki Kaurismäki ha voluto nel suo ultimo film. Venerdì 12 luglio alla Rocca di Carmignano, “Don Antonio” Gramentieri, già leader dei Sacri Cuori, presenterà “Trinidad”, nuovo progetto in cui reinventa un repertorio che intreccia soundtrack, blues, folklori apolidi, fino alla musica contemporanea e all’improvvisazione. Info e programma completo sul sito ufficiale www.festivaldellecolline.com e sui canali social del festival.

Festival delle Colline 2024 è organizzato dal Comune di Poggio a Caiano in collaborazione con i Comuni di Prato e Carmignano. Sponsor Publiacqua e Unicoop Firenze, con il contributo della Cassa di Risparmio di Prato. Direzione artistica di Gianni Bianchi.

Avatar
Author

Comments are closed.