In una nuova intervista con Alternative Press, al frontman dei LAMB OF GOD, Randy Blythe, è stato chiesto come si sente a non poter andare in tour durante la crisi del coronavirus, soprattutto dal momento che la maggior parte delle band si guadagna da vivere suonando:

“Ho la fortuna di essere in una band con un certo successo e ho messo da parte un po’ di soldi”, ha risposto. “B, vivo in una zona che ha un costo della vita relativamente basso. C, mi fa pensare di piùalle band piùgiovani che non hanno il seguito che abbiamo e non hanno un disco in cantiere. Sto cercando di pensare alle altre persone. Perché andrà  tutto bene. Non sono un milionario. E vivo in modo frugale. E ho vissuto momenti difficili prima. Stare chiusi con internet e un cellulare e tutta la mia roba – rispetto alla prigione, è un gioco da ragazzi”

Nel 2012, Blythe è stato arrestato nella Repubblica Ceca e accusato di omicidio colposo per la presunta spinta ad un fan di 19 anni caduto dal palco in uno spettacolo due anni prima e causando lesioni che hanno portato alla morte del fan. Blythe ha trascorso 37 giorni in una prigione di Praga prima di essere dichiarato non colpevole nel 2013.

I LAMB OF GOD pubblicheranno il nuovo album omonimo il 19 giugno tramite Epic Records negli Stati Uniti e Nuclear Blast Records in Europa. Il seguito di “VII: Sturm Und Drang” del 2015 segna le prime registrazioni degli LAMB OF GOD con Art Cruz, che si è unito alla band lo scorso anno in sostituzione del batterista fondatore del gruppo, Chris Adler.

Author

Write A Comment