L’ex Judas Priest K.K. Downing parla dell’abbandono del suo ex compagno Glenn Tipton

 

Ecco le parole dell’ex chitarrista K.K. Downing dopo aver appreso la notizia dell’abbandono dei Judas priest per motivi di salute del suo ex compagno di metal Glenn Tipton:

La notizia che Glenn alla fine è stato costretto a scendere a patti con la sua sfortunata condizione fisica mi ha fortemente rammaricato e rattristato. Allo stesso modo, la fine della nostra era di duo di chitarre e di chitarristi è qualcosa con cui devo fare i conti. L’appetito insaziabile che io e Glenn abbiamo avuto molti decenni creando musica ispirata e unica a disposizione del divertimento di tutti, è qualcosa che non può mai essere cancellato. Tuttavia, tutti coloro che hanno assistito all’evoluzione della nostra amata musica devono fare i conti con il fatto che le cose cambieranno inevitabilmente o semplicemente finiranno.

Devo dichiarare con grande tristezza di non essere mai stato avvicinato per rientrare nel mio ruolo originale di chitarrista dei Judas Priest. Io sono ufficialmente e legalmente ancora un membro di Judas Priest. Tuttavia, ora so più chiaramente che mai che ho fatto la cosa così giusta lasciando la band quando l’ho fatto – come sembra che il mio tempo trascorso nella band, e il mio valore in termini di creazione della sua enorme eredità, sia stato e non sia apprezzato da più di un membro. Spero sinceramente, per il bene dei fan, che la decisione di non avvicinarmi non sia stata una decisione finanziaria. Conosco Andy Sneap – ed è uno dei più grandi che aha contribuito alla causa del rock e del metal. Quindi non ho dubbi che il suo contributo al nuovo album dei Judas Priest sia stato molto più che di un semplice produttore.

Tutto ciò che rimane è che i fan escano e si godano la band così com’è, per completare una parte della storia della musica in cui ognuno di voi ha avuto un ruolo così importante.

K.K.

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*