MCE Records – 1988

Per qualche disco mi costringerò a guardare in direzioni diverse rispetto al germanico sottosuolo metallico, di cui dispongo di un’innumerevole quantità di sconosciuti vinili, al fine di non tediare nessuno più di quanto già non stia facendo con questi mie retro-recensioni.

Quando comprai questo “Locked and Loaded”, degli M-16, (correva l’anno 1988) feci un colossale errore di valutazione, uno dei tanti. La cover, per l’epoca, era abbastanza accattivante e la foto del gruppo in backcover mostra i nostri cinque newyorkesi senza borchie o armature ma neppure lustrini e paiettes. Il bassista ha, inchiavata all’avambraccio, una mini cartucciera, dotati di facce da galera sono, incontrovertibilmente, brutti come la morte, quindi tutto ok!!! Si proceda all’acquisto!

Appoggiato il sospirato viniluccio sul piatto le prime note dell’opener “Much Too Young for Me” mi paralizzarono. “…Ma che diavolo è sta roba?…” questo fu il mio pensiero. Andai avanti ed indietro con la puntina come un pazzo, girai lato, provai a far girare il tutto a quarantacinque giri ma… niente, niente. Mi dovetti arrendere. Avevo buttato 18.000 vecchie lirette in un disco di banale hard rock, a tratti Aor, ed in un isolato pezzo, nello specifico “Shot Down” , un banalissimo e triste heavy metal classico, moolto classico. Questo mi ha insegnato che, a volte, è meglio una copertina neutra con il solo logo del gruppo stampigliato che un artwork fatto con degna perizia. Quello che conta è che “Dreamgirl” è un lento senza alcuna pretesa (ne presa…), “Guilty of Innocence” sembra uno scarto del più macabro e malriuscito repertorio di Bon Jovi, “Wasted Love” (ma che ne sapranno mai di ragazze giovani ed innamoramenti vari questi tizi?!?) con un iniziale arpeggio convince un po di più, sostenuta dalla voce del singer Lenny Thomas che, debbo onestamente dirlo, ha un’ugola piuttosto interessante. Il suo grosso difetto è che viaggia su note altissime, molte volte, oltre il suo già elevato limite e, tende alla stecca. “Tonite” fa traballare la mia già debole psiche con i suoi coretti da saggio dell’asilo e “R.U.Hot Tonite” che nelle loro proposizioni iniziali, immagino, avrebbe dovuto essere un pezzo d’atmosfera, mi sferra il gancio finale che mi stende definitivamente.

Che cali, per sempre, il sipario su questo insulso polpettone tritaballe.

Sì, dischi come codesto degli americani M-16 li posso avere solo io ma l’unico vero motivo della sua rarità è che chiunque l’abbia sentito lo ha utilizzato per giocare a frisbee con il cane. Io, purtroppo il cane non l’ho mai avuto…

Quotazione: M-16 – Locked and Loaded: 50/80 Euro

www.m16rocks.com

Tracklist:
1. Much too Young for Me
2. Tonite (It’s You)
3. Dreamgirl
4. R.U.Hot Tonite
5. Shot Down
6. Guilty of Innocence
7. Wasted Love
8. Why

Band:
Lenny Thomas – voce, tastiere
Glen Oliver – chitarra
Kevin Egnor – chitarra
Steve Vandyke – basso
Pete Sivaslian – batteria

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi