MANOWAR: KARL LOGAN rischia il carcere per le accuse di pedopornografia

Secondo WSOC-TV, l’ex chitarrista dei MANOWAR Karl Logan sarà per una prima udienza in tribunale sulle accuse di pedopornografia già martedì.

Logan, 54 anni, è stato arrestato lo scorso agosto a Charlotte, nella Carolina del Nord e accusato accusato di sei reati di sfruttamento di terzo grado di un minore.

Secondo il mandati di arresto, i reati si sono verificati tra il 18 giugno 2018 e il 2 agosto 2018.

I mandati dicono che Logan era in possesso di numerosi video che raffiguravano ragazze di età compresa tra i quattro e i 12 anni impegnati in una varietà di atti sessuali con uomini non identificati.

Ogni video è descritto in dettaglio grafico, tra cui una scena in cui una ragazza di 10-12 anni “soffoca e diventa visibilmente turbata“.

L’avvocato di Logan, Brad Smith, ha dichiarato alla WSOC-TV che il suo cliente è stato “estremamente collaborativo con le indagini sin dall’inizio, e continuerà a farlo”.

Smith ha continuato dicendo che potrebbe esserci una spiegazione per gli atti che Logan è accusato di aver commesso attribuendo la visione dei filmati a una correlazione diretta con qualcosa che è accaduto nell’infanzia.

A seguito del suo arresto, Logan sarebbe stato rilasciato su cauzione di $ 35.000.

Pochi giorni dopo che l’arresto di Karl è stato reso pubblico, i MANOWAR hanno rilasciato una dichiarazione in cui dichiarava che non si sarebbe più esibito con il gruppo.

Da allora è stato sostituito da E.V. Martel, che in precedenza suonava in una tribute band dei MANOWAR.

Karl è entrato in MANOWAR nel 1994 come sostituto di David Shankle.

 

 

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


X