Marilyn Manson, attraverso i suoi legali, ha depositato memorie difensive alla Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto Centrale della California per archiviare la causa intentata dall’attrice Esmé Bianco promossa contro il musicista, perché ritenuta infondata .

A febbraio, la Bianco si è unita al gruppo di numerose donne che hanno denunciato casi di abusi fisici e psicologici che hanno coinvolto Manson dopo la dichiarazione della collega attrice Evan Rachel Wood, che aveva aperto la strada alle accuse contro il cantante .

Ad aprile, la Esmé, che è diventata nota per il suo ruolo di Ros in Game of Thrones, ha intentato una causa contro Marilyn accusandolo di stupro e traffico di esseri umani, sostenendo di essere stata abusata sessualmente mentre era incosciente e incapace di acconsentire al rapporto.

Secondo le informazioni di TMZ, il cantante sostiene che le accuse mosse da Bianco sono false e che il caso dovrebbe essere chiuso prima di andare a processo.

Manson afferma che la causa di Esmé è prescritta e che avrebbe trascorso “mesi a tramare, lavorare e adattare” la sua storia in “racconti distorti che non ‘non hanno alcuna somiglianza con la realtà ‘.

Nella sua azione, il musicista afferma anche che le accuse mosse da diverse donne contro di lui fanno parte di un “attacco coordinato” in cui le donne stanno “cercando cinicamente di monetizzare e sfruttare il movimento #MeToo”.

Il cantante afferma che tutte le relazioni in questione erano “consensuali”.

La causa dell’attrice contro Manson è solo una delle quattro cause note per essere state intentate da donne per abuso sessuale del cantante. L’ultima era stata Ashley Morgan Smithline, che accusava il cantante di averla stuprata, tenendola in una prigione privata e svolgimento traffico di esseri umani

Il 23 aprile 2019, la star di Westworld Evan Rachel Wood aveva testimoniato davanti al comitato di pubblica sicurezza del Senato della California in rappresentanza dei promotori del Phoenix Act, una legge destinata a dare alle vittime per avere  piùtempo per farsi avanti e parlare contro i loro accusatori per i crimini di violenza domestica.

L’attrice statunitense 33enne aveva poi identificato come suo violentatore la rockstar Marilyn Manson con alcuni lunghi post sui social account.

La donna ha accusato il reverendo di essere antisemita e di aver usato ripetutamente la parola “N” durante la loro relazione, oltre ad abusare emotivamente e sessualmente di lei, e che Manson odiava le sue origini ebraiche.

Alcune ex partner di Marilyn Manson, tra cui Rose McGowan e Dita Von Teese, si erano espresse sul cantante, accusandolo la prima di comportamenti scorretti e misogeni, mentre l’ex moglie aveva dichiarato:

“Per favore sappiate che i dettagli resi pubblici non corrispondono alla mia esperienza personale durante i nostri 7 anni insieme come coppia.”

La sua ex fidanzata Jenna Jameson, che lo ha frequentato alla fine degli anni ’90, aveva detto che “fantasticava di bruciarmi vivo”.

Manson è stato lasciato dal suo manager Tony Ciulla, che era stato al suo fianco per 25 anni. A seguire è stato anche lasciato dal suo agente, scaricato dalla sua etichetta discograficaLoma Vista Recordings, e tagliato da due programmi televisivi ”“ American Gods e Creepshow ”“ in cui aveva ruoli da attore.

Alle pubbliche accuse si è aggiunto l’attore Corey Feldman, che accusa Manson di “abusi mentali ed emotivi durati decenni” e di “esser stato usato e abusato come un suo giocattolo”.

 

Author

Write A Comment