Master – An Epiphany Of Hate

 

F.D.A Rekotz – Gennaio 2016

In un’epoca in cui ormai ci siamo abituati alle super produzioni, alla cattiveria troppo spesso fasulla e ai gruppi che durano lo spazio di un disco, ascoltare un nuovo album dei Master è una boccata di ossigeno necessaria e vitale.
Il periodo d’oro del death metal è passato, ormai il genere è tornato a essere per pochi ma fedeli fans.

I Master di Paul Speckmann pur avendo prodotto in passato dei dischi notevoli come il debutto omonimo del 1990 e ‘On The Seventh Day God Created…Master’ del 1991, non hanno mai raggiunto la notorietà di altre band del genere come Morbid Angel, Death, Obituary, continuando imperterriti a registrare dischi.
An Epiphany Of Hate’ è il nuovo lavoro dei Master che arriva a distanza di tre anni da ‘Witchunt’.

Le prime tre traccie ‘Subdue To Politician’, ‘Fiction Soon Becomes Reality’ e ‘Face Your Fear’ dimostrano che la band è in ottima forma, i classici tempi veloci vengono ogni tanto interrotti da qualche break e la voce di Speckmann è sempre malata e sofferta come ai vecchi tempi.

Il death metal dei Master non conosce soste, ‘Just Be Yourself’ e ‘Just Take My Right Arm’ proseguono in modo convincente il discorso iniziato prima.
Altri buoni brano sono sicuramente ‘It’s Clearly Eden’, con il classico riffing death che non stanca mai, e le conclusive ‘Senses All Will Be Controlled’ e ‘Red Alert’ veloci, dirette e senza compromessi.

An Epiphany Of Hate’ è un disco onesto e sanguigno, rivolto a chi ascolta il death metal old school, senza contaminazioni di sorta.

Potrà sembrare anacronistico suonare in questo modo, per me è semplicemente death metal, una musica che continua a darmi delle sensazioni positive.

www.master-speckmetal.net

Tracklist:

1.Subdue The Politician
2.Fiction Soon Becomes Reality
3.Face Your Fear
4.Just Be Yourself
5.Just Take My Right Arm
6.An Epiphany Of Hate
7.It’s Clearly Eden
8.The People Of The Damned
9.Senses All Will Be Controlled
10.Red Alert

Band:

Paul Speckmann – basso, voce
Zdenêk Pradlovsky – batteria
Alex ‘93’ Nejezchleba – chitarra

master

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*