Motörhead – The Wörld is Yours

Motörhead Music / EMI – Gennaio 2011

“We are Motörhead, we’re gonna kick your ass!”.

Di solito, è così che Lemmy e i suoi si presentano al pubblico, prima di scatenare un vero inferno sonoro a suon di decibel. E la sostanza non è che cambi più di tanto, se ci spostiamo dal versante “live” a quello “studio”, con l’unica differenza rappresentata dal fatto che su disco non ci sono migliaia di fan che urlano in preda a quell’isteria collettiva che solo un tipaccio come Mr. Kilmister sa provocare a regola d’arte. Sono passati circa 2 anni dall’ultimo album intitolato “Motörizer” ed oramai non ricordo più nemmeno quanti album hanno realizzato in tutto da quel lontano 1975.

Detto ciò, la recensione potrebbe tranquillamente chiudersi qui, visto che, da allora ad oggi, la formula è rimasta praticamente immutata: dal ’75 ad oggi, si può dire che i Motörhead abbiano registrato sempre la stessa canzone…ma che canzone, ragazzi! Come si fa a restare fermi, a non partire di headbanging, quando scorrono brani come l’opener “Born to Lose” o la rockettarissima “Get Back in Line”, dalla quale è già stato estratto un video disponibile in rete. Potrei citarne altre per sottolineare le differenze sul piano compositivo, ma il succo è sempre quello: ricordate quando Sergio Leone, parlando di Clint Eastwood, diceva che possedeva solo due espressioni, col cappello e senza cappello? Bene l’approccio compositivo dei Motörhead non è molto dissimile, dato che da 35 anni scrivono solo due tipi di canzoni: quella veloce e quella ancora più veloce (con risultati quasi sempre ottimi). E a noi va benissimo così… in un mondo di gente che venderebbe la madre per trenta denari, ci piace pensare che uno come Lemmy, per quanto brutto, sporco e cattivo, per quanto additabile come esempio poco edificante agli occhi delle persone “per bene”, rappresenti un limpido esempio di coerenza, di integrità artistica e di decisione ad andare fino in fondo sorretto dalla forza delle proprie convinzioni, oltre che da una bottiglia al giorno di Jack Daniels…e scusate se tutto questo è poco!

www.imotorhead.com

Tracklist:

1. Born to Lose
2. Know How to Die
3. Get back in line
4. Devils in My Hand
5. Rock’n’Roll Music
6. Waiting for the Snake
7. Brotherhood of Man
8. Outlaw
9. I know What You Need
10. Bye Bye Bitch Bye Bye

Band:
Lemmy Kilmister – voce, basso
Phil Campbell – chitarra
Mikkey Dee – batteria

Gruppi_Motorhead_Motorhead-Band2012

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


X