La sera del 20 gennaio 1982, durante un concerto a Des Moines, in Iowa, Ozzy Osbourne raccolse un pipistrello lanciato sul palco da un fan e, credendo fosse erroneamente un peluche o un pupazzo di gomma, gli staccò la testa con un morso, salvo poi rendersi conto che l’animale era vivo e vegeto.

 “Ho capito subito che c’era qualcosa di strano”

ha raccontato il Madman nell’autobiografia I Am Ozzy uscita nel 2009:

“All’improvviso la mia bocca si è riempita di un liquido denso e caldo che aveva il retrogusto peggiore che potreste mai immaginare. L’ho sentito scorrermi tra i denti e poi colarmi lungo il mento, poi ho sentito muoversi la testa che avevo in bocca”

Ozzy fu costretto a sottoporsi ad alcuni trattamenti di profilassi per per scongiurare il pericolo di aver contratto malattie, come ad esempio la rabbia. Durante l’episodio, infatti, anche il pipistrello riuscì a mordere il cantante.

L’anno scorso, per celebrare il macabro episodio, Ozzy aveva messo in vendita un peluche di un pipestrello con testa staccabile a ben 40 dollari ed è in vendita anche oggi!

“Oggi è il 38esimo anniversario dal giorno in cui ho staccato la testa a morsi a un fotuto pipistrello! Festeggiate con questo peluche commemorativo che ha la testa staccabile!”. 

Il video dell’incidente:

 


 

E’ in arrivo il nuovo disco di Ozzy, Ordinary Man, registrato a Los Angeles, l’album presenta il produttore Andrew Watt alla chitarra, Duff McKagan (GUNS N ‘ROSES) al basso e Chad Smith (RED HOT CHILI PEPPERS) alla batteria.

L’ex cantante dei BLACK SABBATH aveva nuovamente annunciato il rinvio del tour europeo 2020 . Il concerto precedentemente annullato del 1 marzo 2019 era stato riprogrammato per il 10 marzo 2020 all’Unipol Arena di Bologna e poi nuovamente spostato al 19 Novembre. Ad aprire lo show ci saranno i JUDAS PRIESTBiglietti ancora disponibili qui.

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi