Altre cattive notizie oggi. Il tour di Paul McCartney, che doveva passare con 2 date a Napoli e Lucca nel 2020 è stato annullato, non posticipato.
Si sperava purtroppo in un posticipo, ma per gli impegni di Paul, questo non può essere fatto.
 
Il promoter ha comunicato che i rimborsi avverrano dal 18 maggio secondo la modalità di pagamento effettuata:
 
CANCELLATION OF PAUL McCARTNEY CONCERTS:
Jun 10, 2020 – NAPLES
Jun 13, 2020 – LUCCA

D’Alessandro e Galli deeply regrets to inform that the two Paul McCartney’s Italian shows, scheduled for June 10th in Naples and June 13th in Lucca, for the provision of the next measures of the competent authorities will be the subject of cancellation. The international emergency situation that has arisen with the spread of Covid19 makes it clear that unfortunately it will not be possible to continue the organization of the two concerts as planned.

This is a statement from Paul McCartney:

“We were looking forward to seeing you all this summer for what we know would have been much fun. The band and I are so sorry we can’t be with you, but these are unprecedented times and the wellbeing and safety of everyone is the priority. I hope you are all keeping well as we look forward to the brighter times ahead. We will rock again. Love Paul”

Tickets for the concert will be refunded via the original payment method in line with our terms and conditions, starting May 18, 2020. You will receive a cancellation invoice at the time of us processing your refund.
We hope to see you again very soon and stay safe in the meantime.

AGGIORNAMENTO
 
Se i rimborsi sembrano certi per tutte le date europee, questi non sembrano automatici per quanto riguarda le due date italiane. Sul sito ufficiale viene indicato “details to follow” accanto alla data di Napoli e Lucca. Si attendono quindi notizie dal promoter, sperando che in questo caso, visto l’annullamento da parte dell’artista e non un divieto dato dal governo, venga data la possibilità di avere un rimborso e non un voucher. Attualmente i concerti in Italia sono sospesi fino al 17 maggio, ma il divieto sarà sicuramente prorogato.
 
Questo quanto specificato sul sito di D’alessandro e Galli:
 
I biglietti saranno oggetto di rimborso secondo le vigenti normative di legge , a partire dalla disposizione di annullamento dell’evento da parte dell’autorità competente
 
 
redazione
Author

1 Comment

  1. Avatar

    È inaccettabile che il governo Italiano abbia avallato questo furto. Io ho una certa età r ho acquistato i biglietti per un concerto unico e irripetibile di un artista internazionale di cui sono ammiratrice din da quando ero bambina.. Dato che questo concerto non si farà, PRETENDO che mi venga restituito quanto speso. Il cosiddetto voucher non mi serve a niente, a fronte di una spesa di più di 1000 euro. Non vado certo a vedere qualche ragazzino rapper di cui non conosco neanche il nome. È una TRUFFA.

Write A Comment

X