Frontiers Music Srl – 2020

I Persuader sono una power metal band proveniente dalla Svezia che dopo alcune lunghe pause tra un disco e l’altro è ritornata in pista con il nuovo album ‘Necromancy’ pubblicato con la nostra Frontiers Records.
Parliamo di un gruppo attivo dal 1997 un anno d’oro per il power (mi vengono in mente ‘Visions’ degli Stratovarius, ‘Somewhere Out In Space’ dei Gamma Ray, ‘Glory To The Brave’ degli Hammerfall, ‘Legendary Tales’ dei Rhapsody), che ad oggi ha realizzato cinque studio album, compreso l’ultimo appena uscito.
Necromancy’ registra un cambio nella formazione, infatti troviamo alla chitarra Fredrik Mannberg (già con i Nocturnal Rites, altra band molto valida) una figura che ha un certo carisma e che ha portato più aggressività nel sound dei Persuader.
Certo i riferimenti ai Blind Guardian sono ancora evidenti e mai celati (in particolar modo la voce del cantante Jens Carlsson molto simile a quella di Hansi), ma la band vive comunque di vita propria (non sempre a dire il vero) e ha creato dei pezzi convincenti, a mio avviso un po’ troppo lunghi (alcuni).

La tracklist è composta da sette canzoni per una durata di circa quarantaquattro minuti, nonostante alcuni momenti di stanca, il disco è piacevole pur non facendo saltare dalla sedia, dovendo dare un voto siamo sul sei e mezzo/sette.
La produzione è moderna quanto basta ma non esageratamente pompata, una scelta azzeccata visto che comunque parliamo di un genere classico che non necessita di chissà quali diavolerie sonore, in fondo dovrebbero sempre e solo essere gli strumenti a decretare la bravura di una band.
Tra le sette canzoni quelle più meritevoli sono senza dubbio ‘Raise The Dead’, ‘Reign Of Darkness’, e la conclusiva ‘The Infernal Fires’, quest’ultima davvero una bella canzone, ben strutturata e articolata nei suoi otto minuti e mezzo, aggressiva (compare anche un growl in alcuni frangenti) ma al tempo stesso melodica.
La band predilige i tempi veloci e sostenuti, buono l’uso massiccio dei cori battaglieri sulla scia appunto dei Blind Guardian, insomma in questo album non mancano gli spunti degni di nota, come non mancano le pecche, che fortunatamente sono poche.

La mancanza di una certa originalità in alcuni frangenti si fa sentire, e credo che se i Persuader riusciranno a staccare il cordone ombelicale che li lega ai Guardian, potranno guadagnare qualche punto e andare avanti a lungo, il power metal ha bisogna di gente che ci crede.

Tracklist:

1.The Curse Unbound
2.Scars
3.Raise The Dead
4.Reign Of Darkness
5.Hells Command
6.Gateways
7.The Infernal Fires

Band:

Jens Carlsson – voce
Emil Norberg – chitarra, basso
Fredrik Mannberg – chitarra
Efraim Juntunen – batteria

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi