RAMMSTEIN: Till Lindemann accusato di lesioni personali. Avrebbe rifiutato un selfie e poi difeso la fidanzata

La band tedesca Rammstein è nota per essere un po’ dura ai concerti. Ma anche scesi dal palco, i rocker sono apparentemente all’altezza della loro reputazione. 

Secondo quanto riportato da Blick, magazine tedesco, il cantante dei Rammstein, Till Lindemann, è accusato di aver aggredito un uomo dopo il concerto della band a Monaco l’8 giugno. I Rammstein hanno suonato davanti a circa 140.000 fan allo Stadio Olimpico in due giorni di concerti.

Dai racconti Lindemann beveva una birra in un bar di Monaco di Baviera con un amico e un amica, dai tabloid fidanzata e madre della sua ultima figlia, di nome Lana durante la notte dal venerdì al sabato. Il frontman della rock band è stato disturbato da un fan sconosciuto che voleva fare un selfie. Ma secondo un testimone oculare, Lindemann ha rifiutato.

L’uomo di 54 anni avrebbe insultato la donna che si trovava con Lindemann dandole della prostituta. Lana, la donna che si trovava col cantante, ha riferito a Bild che l’uomo le avrebbe detto in inglese: “Pagherei doppio per te”.

Lindemann avrebbe preteso delle scuse al che l’uomo avrebbe stretto i pugni e detto al cantante di incontrarsi fuori dall’hotel dove si trovavano. L’uomo ha quindi chiesto al cantante dei Rammstein di “uscire dalla porta”.

Al rifiuto Lindemann avrebbe colpito in faccia con una gomitata l’uomo rompendogli la mascella e facendogli sanguinare il naso.

Un portavoce della polizia ha semplicemente detto:

“Ci è stata fatta una denuncia per lesioni personali. Il sospetto è un berlinese di 56 anni, la parte lesa è un amburghese di 54 anni”

Till Lindemann non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Photo: @jenskochphoto #rammstein #ausländer

Un post condiviso da Rammstein (@rammsteinofficial) in data:

 

Svitlana Loboda, nome d’arte LOBODA, è una cantante pop e R’n’b ucraina. Nel 2004 fa parte del gruppo VIA Gra, meglio conosciuto come Nu Virgos e nel 2005 intraprende la carriera da solista. Nel 2009 ha rappresentato l’Ucraina all’Eurovision Song Contest con la canzone dance Be my valentine!

A maggio, la trentacinquenne Svetlana Loboda è diventata madre per la seconda volta: la cantante ha dato alla luce sua figlia. La nascita è avvenuta a Los Angeles, in un’atmosfera di rigoroso segreto: non si sa ancora come l’artista abbia chiamato il bambino o chi sia il padre della bimba. La cantante da sola ha cresciuto la figlia maggiore Evangelina, e la notizia della sua seconda gravidanza è diventata una sorpresa completa per i fan.

Voci che il padre del neonato – il cantante del gruppo Rammstein Till Lindemann, sono circolate sui social media.

Svetlana e Till si incontrarono l’anno scorso al festival “Heat” a Baku. Altri uomini non sono stati visti accanto a Loboda, e i fan hanno ragionevolmente concluso che il padre di sua figlia è Lindemann. La stessa Svetlana non ha mai commentato queste voci. Ma la sua amica e produttrice Natella Krapivina ce l’ha fatta per lei. In un’intervista con Karabas.live, Natella ha parlato di congetture su chi è il padre del figlio di Loboda:

Rispetto lo spazio personale di Svetlana e non le pongo ulteriori domande. So che Sveta ha una relazione, ma non posso commentare nulla, perché questo è il suo spazio personale.In primo luogo, mi sento meglio. In secondo luogo, la storia di Till è troppo bella di per sé.

 

 

Rammstein hanno pubblicato il loro nuovo album omonimo il 18 maggio, il primo disco di inediti dopo un decennio, qui la nostra recensione.

Il nuovo album delle leggende tedesche ha superato le aspettative e ha debuttato al numero 1 in 14 paesi diversi, come riportato da Billboard, e venduto 270.000 copie.

Il settimo album della band ha raggiunto la vetta delle classifiche in Germania, Belgio, Danimarca, Francia, Paesi Bassi, Norvegia, Finlandia, Estonia, Portogallo, Polonia, Russia, Svizzera, Austria e Canada. Inoltre, ha debuttato al n. 9 della Billboard 200 negli Stati Uniti, raggiungendo così per la prima volta latop ten americana.

Rammstein è infatti l’unico album metal nella top 10 della classifica di Billboard, affiancato dagli artisti pop come Ariana Grande, Billie Eilish e Tyler, The Creator.

Forse il 2019 è davvero l’anno in cui il rock e il metal trionferanno?

Per quanto riguarda l’Italia, purtroppo, il disco si trova solo al 19esimo posto, tra Ligabue e MAHMOOD secondo la classifica FIMI dal 24 al 30 maggio, avendo però debuttato la settimana scorsa al quinto posto.

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*