Robert Smith dei The Cure compie 60 anni: le 10 collaborazioni più famose al di fuori della sua band

Robert Smith - The Cure @ Bologna - foto di Angeli Daniele

Oggi 21 aprile compie 60 anni Robert Smith, leader dei Cure. Putroppo lo stesso giorno di tre anni fa ci lasciava anche un’altra icona della musica internazionale, Prince, morto all’età di cinquantasette anni a Chanhassen, nella sua residenza alle porte di Minneapolis, a Pasley Park per un’overdose da antidolorifici  oppiacei.

Nato a Blackpool nel Lancashire il 21 aprile 1959, appena quattordicenne fonda gli Obelisk, che attraverso vari cambi di formazione diventeranno poi Cure nel 1978.

Il 2019 è  un anno d’oro per la band, dopo essere stati inseriti nella Rock and Roll Hall of Fame, il gruppo è attualmente alle prese con un tour mondiale. il prossimo 16 giugno saliranno sul palco anche in Italia al Firenze Rocks, e poi saranno anche gli headliner del Glastonbury Festival

Sempre per quest’anno, Smith ha poi confermato che è in arrivo anche il nuovo album e nel periodo d’oro dei biopic, dopo i film sui Queen e Motley Crue, anche i The Cure avranno un documentario che celebrerà il loro 40esimo anniversario della nascita. 

La conferma dell’arrivo del documentario arriva dal regista Tim Pope il quale, dopo aver annunciato l’inizio delle riprese nel 2017, adesso ha condiviso su Twitter quello che dovrebbe essere una scena del film, in cui si vede la figura sfocata di Robert Smith riflessa sul vetro della cabina di proiezione di un teatro.

 

Robert Smith ha negli anni ha collaborato con molti artisti, ecco le 10 canzoni più famose al di fuori della sua band, alcune sconosciute e altre piuttosto particolari:

 

10. Billy Corgan – To Love Somebody

9. Earl Slick – Believe

8. Junior Jack – Da Hype

7. Junkie XL – Perfect Blue Sky

6. Reeves Gabrels – Yesterdays gone

5. 8:58 (Paul Hartnoll) – Please

4. 65daysofstatic – Come To Me

3. Crystal Castles – Not In Love

2. The Japanese Popstars – Take Forever

1. Blink 182 – All of This

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*