Roger Waters offre una valutazione schietta del suo tempo nei Pink Floyd in una nuova intervista, sostenendo che l’ambiente di lavoro della band era “tossico” e che i suoi ex compagni, in particolare David Gilmour e Richard Wright, stavano “sempre cercando di trascinarmi giù… sempre cercando di buttarmi giù”.

Waters è stato originariamente intervistato sul popolare podcast WTF with Marc Maron diversi anni fa, ma il podcast è stato appena reso disponibile sotto il suo originale paywall. In esso Waters parla della sua carriera solista post-Pink Floyd e dice al suo ospite, “è stato davvero importante che me ne sia andato quando l’ho fatto”. Waters lasciò i Floyd nel 1985, dopo aver promosso l’album The Final Cut del 1983.

“Ero in un ambiente molto tossico in cui ero circondato da alcune persone… Beh, David Gilmour e Rick Wright principalmente cercavano sempre di trascinarmi giù”, dice Waters. “Cercavano sempre di buttarmi giù”.

Waters sostiene che i suoi ex compagni di band gli dicevano che era “senza tono” e “non capiva la musica”.

“Erano molto snob e saccenti perché si sentivano molto insignificanti, credo”, suppone.

Interrogato sul contributo dei Pink Floyd alla musica, Waters è stato inizialmente tiepido nella sua valutazione.

“Non sono mai stato così intellettuale al riguardo”, dice. “È qualcosa che è successo, quello sviluppo. Ora ne capisco molto di più di quanto ne capissi”.

In un momento più generoso, l’ex cantante/bassista dei Floyd ammette che il gruppo ha prodotto alcuni “lavori veramente buoni” in collaborazione.

“Quegli anni in cui siamo stati insieme, qualunque cosa fosse dal punto di vista sociale, non c’è dubbio che abbiamo fatto davvero un buon lavoro insieme”, ha ricordato. “Non condividevamo la visione, ma condividevamo il lavoro”.

 

Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi