Un video sta diventando virale e potrebbe venir tolto presto dalla Gibson per tutte le polemiche che sta attirando, soprattutto da centinaia di chitarristi da tutto il mondo.

Nel video, caricato da un ex dipendente della nota azienda, si vedono dozzine di chitarre nuove modello Firebird X Usa disposte accuratamente per terra, una vicino all’altra, che vengono distrutte da un escavatore che ci passa sopra più volte,  facendole a pezzi

L’uomo avrebbe lavorato per la Gibson per circa 6 anni e ha spiegato poi a Guitologist ha spiegato il perché l’azienda avrebbe distrutto tutti questi strumenti:

“In sostanza, Gibson non riusciva a vendere queste chitarre che, però, figuravano in bilancio. Quindi i nuovi investitori hanno cercato di riparare il danno in questo modo prima della fine dell’anno fiscale”.

Diversa la dichiarazione di Gibson che sostiene che la distruzione di queste Firebird X è avvenuta poiché erano “difettate e montavano componenti non sicuri“. Per questo, non sarebbero stato possibile neppure la donazione a scuole di musica o a popolazioni indigenti (e perché no a musicisti squattrinati).

Questa la didascalia nel primo video:

Un escavatore Link-Belt 160X3 schiaccia e distrugge centinaia di nuovissime chitarre Gibson Firebird X USA! Almeno $ 500.000 di chitarre nuove di zecca distrutte! Si potevano donare a scuole di musica e studenti dei paesi in via di sviluppo! Chi conosce la folle storia dietro questo ??

L’uomo ha poi caricato un altro filmato in cui si distruggono delle nuove ES-335, probabilmente difettate.

Gibson risulta da alcuni anni in perdita, ed aveva avviato una campagna di licenziamenti. Il CEO della società, Henry Juszkiewicz, ha recentemente imputato il calo della Gibson Brands alla vendita online, che avrebbe segnato un evidente ribasso nei negozi:

“Sono tutti legati agli e-commerce, Amazon è praticamente il secondo più grande datore di lavoro negli Stati Uniti.” ha dichiarato a Billboard “Si vendono le tendenze, non so per quanto ancora i negozi di mattoni e cemento funzioneranno, molti dei nostri partner stanno affrontando lo stesso problema.“

Anche per questa ragione, la compagnia avrebbe dato il via ai licenziamenti all’interno dei punti vendita: al momento, sarebbero già stati licenziati 15 dipendenti. 

 

 

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi