Sex Pistols – Il 27 ottobre del 1977 veniva pubblicato ‘Never Mind the Bollocks’… l’inconsapevole rivoluzione punk ha inizio

L'espolsione PUNK in un unico, discusso ed indimenticabile album... 'Never Mind the Bollocks - here's the SexPsitols'

‘Never Mind the Bollocks’ è il primo ed unico lavoro in studio dei Sex Pistols e arrivava in tutti i negozi di dischi britannici il 27 ottobre del 1977. Un album che, come la band, portava una ventata di caos in un mondo musicale che si stava adagiando su se stesso.

L’esplosione del punk iniziava il 27 ottobre del 1977. Anche se già un anno prima i Sex Pistols si facevano conoscere come formazione che incarnava lo spirito ribelle ed anticonformista di una gioventù che non aveva voglia di confrontarsi e omologarsi alla società dell’epoca, ‘Never Mind the Bollocks’ è il manifesto di quel manifesto ribelle che portò ad una inconsapevole rivoluzione nella musica rock. 

Un album sfrontato, potente, caotico ed anarchico dalle sonorità ai testi, dalla rabbia dei contenuti alla violenza e ruvidità e rumorosità degli effetti acustici. Una novità per il Regno Unito e per un’Europa che musicalmente si stava dilatando e addormentando.

 

Tracce:

Lato A
1 Holidays in the Sun
2 Bodies
3 No Feelings
4 Liar
5God Save the Queen
6 Problems

Lato B
1 Seventeen
2 Anarchy in
3 Submission
4 Pretty Vacant
5 New York
6 E.M.I.

Band:
Johnny Rotten – voce
Steve Jones – chitarra, basso, seconda voce
Glen Matlock – basso su Anarchy in the U.K.
Sid Vicious – basso su Bodies e Holidays In The Sun
Paul Cook – batteria

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


X