I metaller svedesi SOILWORK hanno pubblicato una nuova canzone intitolata ‘Desperado’. È la seconda puntata della triologia di ‘Feverish’ dei SOILWORK, che potrebbe anche finire per diventare un’entità finora sconosciuta. Segue il nuovo album acclamato in tutto il mondo, “Verkligheten” (album del mese su Metal Hammer, Rock Hard, Aardschok and Scream), uscito a gennaio 2019.

 

La band commenta:

‘Desperado’, come ‘Feverish’, è una canzone su come una singola emozione possa superare tutto il tuo essere e consumarti come una forza quasi senziente. ‘Desperado’ riguarda ciò che sta dietro e oltre, i luoghi che normalmente eviti. Ma saranno sempre lì. ‘Desperado ‘è shock rock e metal mayhem per quelli di noi che desiderano una via d’uscita.

La canzone è stata scritta e composta da David Andersson e registrata ai SolnaSound Recordings, Stoccolma con Simon Johansson e al The Panic Room, Skövde con Thomas Plec Johansson. Il violino è stato registrato da Rachel Hall.

“Desperado” è stata prodotta dai SOILWORK e da Thomas Plec Johansson che ha anche seguito mixing e mastering. René U Valdes ha prodotto e diretto il video.

La band ha precedentemente detto del concept:

Quindi, mentre lo sfondo e i motivi sono un po’ sommari, e la band sembra restia a rivelare troppi dettagli, i SOILWORK pubblicheranno “The Feverish Trinity” nei prossimi cinque mesi, una trilogia di canzoni con relativo video che, secondo i Soilwork, celebreranno le divinità della morte babilonese che un tempo rendevano il mondo un luogo più febbrile ed eccitante.

SOILWORK sono:
Björn “Speed” Strid – voce
David Andersson – chitarra
Sven Karlsson – tastiere
Sylvain Coudret – chitarra
Bastian Thusgaard – batteria

Redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi