Inside Out – Marzo 2016

Dopo l’ottimo Earth Blues del 2013 tornano gli Spiritual Beggars, creatura di Michael Amott ex chitarrista dei Carcass nonche’ attuale mastermind degli Arch Enemy, con questo Sunrise To Sundown abbandonano definitivamente la parte stoner presente nei precedenti lavori, abbracciando l’ hard rock blues di chiara matrice settantiana, attingendo a piene mani da band leggendarie quali Deep Purple, Whitesnake e Rainbow.

Si parte con il riff roccioso di Sunrise To Sundown, e subito si capisce che aria tira, gran lavoro di Amott alla sei corde e sopratutto la fantastica voce di Apollo Papathanasio.

Un intro di Moog introduce Diamond Under Pressure, dove il gruppo dichiara il suo amore ai  Purple, il pezzo scivola via che e’ un piacere.

BandPhotoSpiritualBeggars

Il ritmo si fa piu’ incalzante con la veloce What’s Doesn’t Kill You. Con Hard Road veniamo colpiti dal quel riff roccioso tipico degli anni ottanta. Il ritmo si fa piu’ cadenzato in No Man’s Land, dove Papathanasio cerca di emulare il grande Ronnie James Dio, direi con ottimi risulati.

Turn The Stone pezzo martellante molto ipnotico nella sua struttura. Rock massiccio in Dark Light Child con un fantastico Amott alla sei corde.

Lonely Freedom ci trasporta con quel suo incedere ipnotico ed acido, forse e’ il pezzo dove riemerge leggermente l’anima stoner del gruppo.

Con You’ve Been Fooled si torna al classic hard rock fine anni settanta e per finire  la sabbattiana Southern Star chiude un lavoro ottimamente suonato con classe e gusto, nulla di originale intendiamoci, ma un ottima performance rende il disco davvero ottimo e piacevole da ascoltare. Speriamo di vederli presto in Italia.

www.spiritualbeggars.com

Tracklist:
1. Sunrise To Sundown
2. Diamond Under Pressure
3. What Doesn’t Kill You
4. Hard Road
5. Still Hunter
6. No Man’s Land
7. I Turn To Stone
8. Dark Light Child
9. Lonely Freedom
10. You’ve Been Foolde
11. Southern Star

Band:
Michael Amott – chitarra
Apollo Papathanasio – voce
Ludwig Witt – batteria
Per Wiberg – tastiere
Sharlee D’Angelo – bass

 

 

 

 

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi