Starbreaker – Dysphoria

 

Frontiers Music Srl – Gennaio 2019

Ennesimo progetto di casa Frontiers Music, gli Starbreaker arrivano al traguardo del terzo album in studio.
Per chi non lo sapesse dietro questo moniker si celano Tony Harnell (ex TNT e Skid Row) e Magnus Karlsson (Primal Fear, Kiske/Somerville e mille altri nomi).
Un progetto questo che a dire il vero non è che abbia riscosso chissà quali consensi, due album discreti ma di sicuro non memorabili, è un po’ il destino di molti progetti paralleli messi su dalle case discografiche.
Dysphoria’ il titolo del terzo disco che esce dopo una lunga pausa (ben undici anni) da ‘Love’s Dying Wish’.
Da registrare un cambio nella line up con l’entrata del batterista Anders Kollerfors al posto di John Macaluso.

Sono riusciti gli Starbreaker a fare un bel salto di qualità con questo nuovo disco? Beh non proprio, nel senso che la band suona bene, alcuni bei pezzi non mancano ma nel complesso sono troppo pochi i momenti da ricordare per parlare di album pienamente riuscito.
Dysphoria’ parte piuttosto bene con l’energica opener ‘Pure Evil’ che mette in evidenza la notevole estensione vocale del non più giovanissimo Harnell che ai tempi d’oro dei TNT spaccava con la sua voce.
Non male anche le successive ‘Wild Butterflies’ e ‘Last December’ più melodiche e che pur non possedendo dei ritornelli memorabili si fanno ascoltare con piacere.
Andando avanti nell’ascolto troviamo alcuni brani che salvano un lavoro abbastanza mediocre, come la dolce ‘Beautiful One’, la title track e la conclusiva ‘Starbreaker’ classico dei Judas Priest (anno 1977 dall’album ‘Sin After Sin’).

Insomma questo progetto per come la vedo io non convince fino in fondo, non possiamo parlare di brutti pezzi per carità ma niente che sinceramente mi abbia fatto entusiasmare durante l’ascolto. Per come la vedo io si potrebbe concludere con ‘Dysphoria’ il progetto Starbreaker, non vedo altri e convincenti motivi per proseguire.

www.facebook.com/starbreakerofficial

Tracklist:

1.Pure Evil
2.Wild Butterflies
3.Last December
4.How Many More Goodbyes
5.Beautiful One
6.Dysphoria
7.My Heart Belongs To You
8.Fire Away
9.Bright Star Blind Me
10.Starbreaker

Band:

Tony Harnell – voce
Magnus Karlsson – chitarra, tastiere, cori
Jonni Lightfoot – basso
Anders Köllerfors – batteria

Articoli Correlati

1 Commento su Starbreaker – Dysphoria

  1. ….questo album non e’ certo da 100 ma neanche cosi’ tiepido quanto lo dipingi….i brani belli ci sono e sono tanti!….tony harnell poi tira fuori una performance incredibile…da vero numero 1!!!!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*