Stones: Mick Jagger operato al cuore. Le condizioni di salute

Jagger @ Lucca - foto di Angeli Daniele

Mick Jagger, leader degli Stones, è stato operato alla valvola cardiaca a New York e si sta riprendendo e sarebbe in ottima salute, riferiscono fonti di Billboard.

I medici sono stati in grado di accedere alla valvola cardiaca di Jagger attraverso la sua arteria femorale e ora stanno monitorando il frontman dei Rolling Stones per eventuali complicazioni che potrebbero derivare dalla procedura, compreso il sanguinamento in eccesso. Domenica scorsa (il 31 marzo) gli Stones hanno annunciato che stavano riprogrammando il loro tour No Filter in Nord America in modo che Jagger potesse avere la procedura.

Era stata rivelata infatti la causa della cancellazione del tour in 17 città di Usa e Canada degli Stones. Il frontman Mick Jagger, si doveva sottoporre in settimana a New York ad un intervento per la sostituzione di una valvola cardiaca. La rivelazione arriva da “Drudge Report”. Secondo una fonte informata, Jagger dovrebbe riprendersi completamente e tornerà sul palco entro l’estate. L’operazione a cui si sottoporrà Jagger ha un tasso di riuscita del 95%, e secondo quanto rivelato dalla fonte a Drudge Report la rockstar, 75 anni, è in perfette condizioni fisiche-

I Rolling Stones hanno annunciato durante il fine settimana che avrebbero posticipato il tour in 17 città di Usa e Canada, che doveva partire il 20 aprile a Miami, a causa dei problemi di salute del cantante. La band ha fatto sapere che “a Mick e’ stato consigliato dai medici di non andare in tour ora, perché ha bisogno di cure”. 

Prima del post ufficiale degli Stones, era stato lo stesso Jagger a diffondere la notizia con un tweet:

“Sono dispiaciuto per tutti i nostri fan in Usa e in Canada che hanno acquistato i biglietti. Odio davvero lasciarli in questo modo. Sono devastato per aver dovuto posticipare il tour ma lavorerò molto duramente per tornare sul palco il più presto possibile. Ancora una volta, scuse a tutti”

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*