Syrence – Freedom In Fire

 

Fastball Music – Febbraio 2019

Non sempre nella musica odierna si vuole apparire moderni o proporre sonorità che piacciano alle nuove generazioni. C’è anche chi decide di affacciarsi nel music business con una proposta che di moderno non ha proprio nulla. E’ il caso dei tedeschi Syrence band di Stoccarda che giunge al debutto discografico con ‘Freedom In Fire’. Già dalla copertina (un po’ inflazionata a dire il vero) si capisce che non troveremo un briciolo di modernità neanche a pagarla, e meno male aggiungo io.

Il quintetto tedesco, nella classica formazione con due chitarre, pesca a piene mani nel repertorio migliore degli Scorpions, dei Judas Priest, degli Accept, insomma gente che l’heavy metal l’ha creato.
Certo i Syrence non si possono definire una band dalla forte e lampante personalità, però questo disco è pieno di belle canzoni di sano e genuino heavy metal e alla fine poco importa se durante quasi tutte le canzoni viene da dire: ”questa suona come…
Dodici tracce prodotte da Achim Kohler (Dragonforce, Hammerfall) e Ralf Scheepers (Primal Fear) un sano tuffo nel passato, piacevole e per nulla stucchevole.
In ‘Freedom In Fire’ non ci sono brani brutti, non tutto ovviamente è a livelli stellari, ma sicuramente sono da menzionare la title track, ‘Living On The Run’, ‘Fozzy’s Song’, l’intensa ‘Symphony’, ‘Evil Force’ e le conclusive ‘Kings Of Speed’ e ‘Seven Oaks’.
L’influenza maggiore è quella dei Judas Priest, in particolar modo per quanto riguarda la voce di Johnny Vox che nelle tonalità medie ricorda e di molto Mr. Rob Halford.

Immagino che molti storceranno il naso ascoltando questo disco, non nascondo che spesso le influenze sono decisamente evidenti, ma in ‘Freedom In Fire’ si respira un’atmosfera sana e fresca, un sincero tributo alle band del passato, un tributo a chi ha scritto pagine indistruttibili di musica, quella scolpita nella roccia, quella che ne venti, ne tempeste, ne terremoti riusciranno mai a far sparire.

www.facebook.com/syrenceband

Tracklist:

1.Freedom In Fire
2.Living On The Run
3.Your War
4.Fozzy’s Song
5.Addicted
6.Symphony
7.From Ashes To The Sky
8.Evil Force
9.Red Gold
10.Wild Time
11.Kings Of Speed
12.Seven Oaks

Band:

Johnny Vox – voce
Julian Barkholz – chitarra
Oliver “Oschlo” Schlosser – chitarra
Fritz Jolas – basso
Arndt “Strikar” Streich – batteria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


X