Il batterista dei SYSTEM OF A DOWN John Dolmayan ha elogiato Donald Trump, definendolo “il presidente più attaccato della storia e il più grande amico delle minoranze”.

Dolmayan ha fatto il commento mentre condivideva un meme con l’affermazione di Trump secondo cui la sua amministrazione ha fatto di più per la comunità afroamericana “di qualsiasi presidente dopo Abraham Lincoln”.

Martedì, in una serie di tweet, Trump ha citato il lavoro della sua amministrazione per attuare la riforma della giustizia penale e stabilire agevolazioni fiscali federali per coloro che investono in comunità sottoservite, nonché il basso tasso di disoccupazione registrato tra gli afroamericani registrato prima del nuovo scoppio del coronavirus.

Mercoledì Dolmayan ha condiviso le affermazioni di Trump scrivendo il seguente messaggio:

“Non lasciamo che quello che viene detto ora ci faccia dimenticare la verità di queste affermazioni. Il presidente più attaccato nella storia e il più grande amico delle minoranze! Non ci crede? Guarda le statistiche. Non vi piace? Questo non cambia la verità”

In un altro post su Instagram Dolmayan ha condiviso una foto di un capitano della polizia in pensione di St. Louis che è stato ucciso da persone che sono entrate in un banco dei pegni dopo le proteste contro George Floyd scrivendo:

“L’ingiustizia genera ingiustizia, per quelli di voi che mi hanno diffamato per aver chiesto proteste pacifiche, dovreste vergognarvi di perpetuare la violenza e sostenere la giustizia della folla. Anche quest’uomo aveva una famiglia.

Non m’importa quanti di voi mi condannino per le mie opinioni e la difesa del presidente, combatterò il vostro tentativo di mettere a tacere qualsiasi voce che non sia in linea con le vostre percezioni moralmente superiori proprio come avrei combattuto per i vostri diritti di avere ed esprimere quei punti di vista con cui non sono sempre d’accordo.

Per quelli di voi incapaci di capire bersagliatemi pure in quanto è anche un vostro diritto ai sensi della costituzione ma sappiate che non me ne potrebbe fregare di meno”

 

Visualizza questo post su Instagram

Injustice breeds injustice, for those of you who vilified me for calling for peaceful protests you should be ashamed of yourselves for perpetuating violence and advocating for mob justice. This man had a family too . I don’t care how many of you condemn me for my views and defense of the president, I will fight your attempt to silence any voice that isn’t in line with your perceived morally superior views just as I would fight for your rights to have and express those views I don’t always agree with. For those of you incapable of understanding that feel free to bash me all you like as that is also your right under the constitution but know I couldn’t care less .

Un post condiviso da John Dolmayan (@johndolmayan_) in data:

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi