THE BEATLES: Paul McCartney e Ringo Starr registrano un nuovo brano come tributo a Lennon e Harrison

'Grow Old with Me', scritta da Lennon, uscirà nel nuovo album di Starr. Il brano riprende un verso di 'Here Comes the Sun' di George Harrison. "Ci siamo tutti e quattro"

I due membri sopravvissuti dei Beatles si riuniranno per una sincera cover della canzone di John Lennon , Grow Old With Me.

L’ interpretazione di Paul McCartney e Ringo Starr della traccia del 1980 apparirà sul prossimo album solista di Starr, What’s My Name, che uscirà a ottobre.

Grow Old With Me è stata una delle ultime canzoni scritte da Lennon prima del suo omicidio nel 1980, ed è stato pubblicata postumo sul disco del 1984 Milk and Honey. La canzone è nata perché Lennon e Yoko Ono erano stati entrambi ispirati dalla poesia della coppia del XIX secolo Robert ed Elizabeth Barrett Browning.

Nel 1980, Ono si era svegliata una mattina con l’idea di una canzone intitolata Let Me Count the Ways  – ispirata al famoso sonetto di Elizabeth Barrett Browning,  How Do I Love Thee? All’epoca chiamò Lennon, che era alle Bermuda e gli suonò la canzone al telefono.

A sua volta, gli ha suggerito di scrivere una risposta nello stile di Robert Browning. Lennon si mise al lavoro e, ispirato alla poesia di Browning chiamò Ono per suonarla.

La versione di McCartney e Starr di  Grow Old with Me  apparirà nel 20° album in studio di Starr, l’ultimo di una serie di dischi che Starr ha prodotto nel suo studio di casa con un cast di amici famosi, tra cui McCartney e il produttore discografico Jack Douglas.

In una dichiarazione, Starr ha affermato che l’idea per la registrazione è nata dopo che si era imbattuto in Douglas, che era stato il produttore dietro l’ album Double Fantasy di Lennon e Ono .

“Jack mi ha chiesto se avevo mai sentito The Bermuda Tapes, le demo di John da quel momento”, ha ricordato Starr. “Sono una persona emotiva. E ho adorato questa canzone. L’ho cantata al meglio. Faccio bene quando penso a John così profondamente.” 

Riflettendo su McCartney che suona il basso e canta durante la registrazione, Starr ha detto:

“John ci sta giocando in un certo senso. Ci siamo io e Paul ci sta.” Poi, quando Douglas sistemò le corde per la traccia, inserì una riga di Here Comes The Sun “Quindi, in un certo senso, siamo in quattro.”

Nella dichiarazione si legge che Starr riconosce sta ancora vivendo il sogno che Lennon immaginava per se stesso e Ono quando scrisse Invecchiare con me;  quella d’invecchiare con una persona cara.

Il brano sarà presto disponibile: farà parte di What’s My Name, il nuovo disco che il batterista pubblicherà il 25 ottobre.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


X