The Damned Things – High Crimes

 

Nuclear Blast – Aprile 2019

The Damned Things. Una band che si è formata nel 2010 per volere di un certo Scott Ian (non c’è bisogno di dire in quale gruppo suona vero?) e Joe Trohman (Fall Out Boy) coadiuvati da Andy Hurley (Fall Out Boy), Dan Adriano (Alkaline Trio) e Keith Buckley (Everytime I Die) Ricordiamo che della prima formazione facevano parte Rob Caggiano (ex Anthrax ora nei Volbeat) e Josh Newton (Everytime I Die). I The Damned Things hanno la giusta attitudine, hanno quella spensieratezza, quel pizzico di menefreghismo e quella libertà musicale che donano freschezza e spontaneità alle canzoni.

High Crimes’ è il loro secondo album pubblicato a nove anni di distanza dal debutto ‘Ironiclast’. Le coordinate stilistiche sono sempre quelle, siamo in territori punk dal taglio moderno con una dose di metal che non guasta mai.
Dieci canzoni che funzionano alla grande, varie, divertenti, a tratti irriverenti e soprattutto coinvolgenti.
Si passa con disinvoltura da momenti esplosivi come l’opener ‘Cells’, la schizofrenica ‘Carry A Brick’ ad altri più allegri e spensierati come in ‘Something Good’ che potrebbe ricordare gli Offspring, oppure la lenta e opprimente ‘Storm Charmer’ una sorta di blues decadente e claustrofobico. Come non dimenticare ‘The Fire Is Cold’ e ‘Let Me Be (Your Girl)’ dall’animo decisamente punk o la cadenzata ‘Omen’ testimonianza di come la varietà sia una prerogativa di questo album.

Senza chissà quali pretese ma con una convinzione straordinaria, i The Damned Things hanno lasciato il segno con questo ‘High Crimes’, una piacevole sorpresa e una conferma di come si possa ancora fare della buona musica, liberi dai soliti clichè e da certi schemi che troppo spesso imprigionano la libertà degli artisti.

High Crimes’ è un certificato di sano e robusto divertimento. Consiglio: somministrare due volte al giorno meglio dopo i pasti.

www.thedamnedthings.com

Tracklist:

1.Cells
2.Something Good
3.Invincible
4.Omen
5.Carry A Brick
6.Storm Charmer
7.Young Hearts
8.Keep Crawling
9.Let Me Be (Your Girl)
10.The Fire Is Cold

Band:

Keith Buckley – voce
Scott Ian – chitarra, cori
Joe Trohman – chitarra, cori
Andy Hurley – batteria
Dan Andriano – basso

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*