Il frontman dei The Darkness Justin Hawkins ha criticato al Telegraph gli sforzi del governo britannico per salvaguardare il futuro dell’industria musicale britannica nel mezzo della paralizzante pandemia di coronavirus.

Hawkins stava parlando al giornale dopo aver appreso che i piani della sua band di avere 400 fan con distanziamento sociale al a un concerto in live streaming  all’Indigo at The O2 di Londra erano stati vanificati da un nuovo inasprimento delle restrizioni volte a frenare la diffusione del coronavirus.

“Sembrava che fosse tutto ben organizzato e andrà bene, poi improvvisamente il governo ha cambiato [le regole]”

si è lamentato il cantante. Il concerto senza pubblico è stato comunque registrato per un album dal vivo, Streaming of a White Christmas, previsto per aprile 2021, in collaborazione con Live Here Now.

Sebbene la campagna per la campagna Music Venue Trust abbia raccolto oltre 80 milioni di sterline in donazioni e sovvenzioni governative quest’anno attraverso la loro iniziativa #SaveOurVenuws, teoricamente assicurando il futuro di oltre 400 sedi di base nel Regno Unito fino al 31 marzo 2021 – il gruppo ha anche identificato 24 venues in Gran Bretagna in “imminente pericolo di chiusura permanente“.

“Non sembra che l’arte sia più una priorità… Mentre studiavo tecnologia musicale al college ricordo tutti i discorsi che dicevano che la musica era la più grande esportazione della Gran Bretagna dopo l’acciaio, e quanto fosse importante come industria e come parte della nostra identità nazionale. Quel modo di pensare sembra essere stato abbandonato in questo momento.

So che tutti stanno soffrendo, ma è davvero difficile vedere un modo per tornare indietro per la musica, quando non puoi mantenere un locale in questo clima. Quando torniamo e suoniamo, dove dovremmo farlo? Anche in tempi buoni, per i festival e le venues ci sono un sacco di spese e molto lavoro, senza alcuna garanzia che effettivamente ci sarà un ritorno, quindi l’idea che le persone vivano con la musica in questo momento è impensabile. Non ci sentiamo supportati, ed è tutto un po’ andato a puttane, non è vero? “

I The Darkness hanno anche iniziato a lavorare al loro settimo album in studio, il seguito di Easter Is Cancel del 2019 .

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi