The Winery Dogs – Hot Streak

 

Loud & Proud Records – Ottobre 2015

Sappiatelo, questo è un disco, ‘Hot Streak’ dei Winery Dogs, che procura dipendenza.  Ad ogni ascolto scopri fraseggi, spunti, idee, piccole magie che solo i grandissimi sanno regalare.

Quello che in assoluto mi stupisce di più è come ad un personaggio del calibro di Ritchie Kotzen non venga  concesso l’adeguato riconoscimento per il reale genio che in realtà è. Molti dei pezzi di questo validissimo ‘Hot Streak’ sono chiaramente di sua matrice e l’apporto di due mostri sacri come Billy Sheenan e Mike Portnoy non può fare altro che aumentare a dismisura la qualità del prodotto.  La voce di Kotzen passa tranquillamente dai toni caldissimi che ricordano molto da vicino un giovane David Coverdale – come nel classico di “Captain Love” , grandissimo pezzo di puro hard rock con un mega riff , a dire il vero molto figlio di Perfect Stranger dei Deep Purple, agli acuti nasali tipici di un ben più acclamato Chris Cornell come in “How Long” o “War Machine” per arrivare ad un falsetto appena accennato nella splendida e assolutamente non banale ballad “Fire” che sembra avvolgerti in un’ atmosfera sospesa da dove non vorresti più uscire.

Semplicemente imponente è il lavoro di Mike Pornoy che da solo varrebbe il prezzo del cd. Con la sua ritmica crea dei veri e propri riff facendoci entusiasmare con le mille rullate, i cambi tempo e la fantasia che da sempre è il suo marchio di fabbrica.

Hot Streak‘ è un prodotto estremamente vario ma allo stesso tempo omogeneo dove trova spazio il backgroud di tutti e tre i musicisti, dall’ attacco iniziale di “Oblivium” che riporta alla mente i pezzi più tirati dell’era Sheenan/Lee Roth, al funky melodico di pezzi come “The Devil you Know” presente in molta della produzione solista di Kotzen, fino ad aperture e dinamiche care alle produzioni più commerciali dei Dream Theater. Grandi musicisti che palesemente si divertono a stare assieme come dimostra la title track “Hot Streak” che in versione Live può diventare una potenziale infinita jam. Forse la sola “Empire” non regge il passo con gli altri pezzi.

Che dire, grandissimo cd da ascoltare con molta attenzione e passione. Ultra consigliato!!

www.thewinerydogs.com

Tracklist:
1. Oblivion
2. Captain Love
3. Hot Streak
4. How Long
5. Empire
6. Fire
7. Ghost Town
8. The Bridge
9. War Machine
10. Spiral
11. Devil You Know
12. Think It Over
13. The Lamb

Band:
Richie Kotzen – voce, chitarra
Billy Sheehan – basso, voce
Mike Portnoy – batteria, percussioni, voce

 

The Winery Dogs - Band

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*