TOM SAVINI risponde alle critiche sulla nuova maschera di COREY TAYLOR degli SLIPKNOT

La leggenda degli effetti speciali Tom Savini ha commentato le critiche dei fan della maschera che ha contribuito a creare per il frontman degli SLIPKNOT Corey Taylor.

Savini, la cui lunga carriera nell’industria cinematografica e in particolare nel genere horror risale alla fine degli anni ’70, anche in film come “Venerdì 13”, “L’alba dei morti viventi”, “Dal tramonto all’alba” e molti altri, è stato intervistato dalla rivista Revolver su come è nato il suo coinvolgimento con gli SLIPKNOT. Ha detto:

“È incredibile, ero su un aereo con mia moglie che guardava vecchie fotografie, e c’era una sua foto con Corey nel 2014. Penso che sia stato il mio assistente, Jason Baker, a parlargli nel backstage di uno spettacolo e Corey ha detto di aver bisogno di una maschera, suppongo che il mio assistente abbia detto, “Hey, lavoro per Tom Savini”. Alla fine Corey Taylor è a casa mia a giocare con i miei gatti…Abbiamo fatto la maschera e la maschera è impazzita!

Inizialmente ho ricevuto molte risposte negative: ho appena ricevuto una copia di Kerrang! con Corey che parlava dell’uomo dietro la maschera – su di me – in quella rivista, ma i fan era come, ‘Savini? Oh merda, mia sorella avrebbe potuto fare meglio di così.’…. Indipendentemente da ciò, la maschera sembra eccellente. “

Savini ha detto che tutto il merito dovrebbe andare a Taylor per il modo in cui la sua maschera viene presentata nelle foto della band e in una situazione live:

“Sai, ci mette il trucco sotto, il cappuccio, tutto,” ha detto. “È una bella maschera, ma è lui a farla apparire come sembra.”

 

Heavy Metal Hill ha recentemente condotto un’intervista con il frontman degli SLIPKNOT Corey Taylor. Alcuni estratti:

Sul prossimo album SLIPKNOT, “We Are Not Your Kind”:

“E’ davvero buio, la musica potrebbe rientrare tra “Iowa” e “Vol. 3: (The Subliminal Verses)”. E’ sperimentale, ma pesante. È aggressivo, ma ha un sacco di melodie, penso che la gente lo apprezzerà davvero”

Sulla collaborazione con la leggenda degli effetti speciali Tom Savini nella sua nuova maschera degli SLIPKNOT:

“E’ stata la cosa più bella di sempre. Ci ha fatto andare a casa sua. E’ il museo horror fantascientifico più bello di sempre. La mia maschera è stata modellata nella sua scuola di Pittsburgh. Ho lavorato con il suo socio Jason Baker. Il fan che è in me è ancora fuori di testa.

Quello che i fan possono aspettarsi di vedere nel prossimo tour degli SLIPKNOT:

“Stiamo cercando esplorare nuovi territori che non abbiamo mai affrontato prima, non solo in termini di set ma anche visivamente da un punto di vista live. Cerchiamo costantemente di vedere ciò che può essere esplorato artisticamente. Clown [M. Shawn Crahan] è il migliore del settore; la sua mente è come un alveare dell’arte. Cerca costantemente di trovare modi per superare tutti. È piuttosto stimolante…

“Siamo in continua evoluzione, questa band cerca sempre di cercare nuove cose piuttosto che fare qualcosa che abbiamo già fatto, che è difficile da fare quando si cerca di dare alle persone un senso di familiarità… Penso che siamo abbastanza bravi, e questo album è il nostro passo in avanti con i nuovi ragazzi…”

Gli SLIPKNOT pubblicheranno il loro nuovo album, intitolato “We Are Not Your Kind“, il 9 agosto 2019 su Roadrunner Records.

L’album è stato prodotto dalla band e da Greg Fidelman, che ha lavorato con Metallica e  Slayer tra gli altri. Tra i pezzi notiamo anche un titolo in italiano, “Nero Forte”.

 

Gli Spliknot suoneranno al Bologna Sonic Park giovedì 27 giugno:

 

Gli Slipknot si esibiranno al Mystic Festival che  si svolgerà il 25 e 26 giugno 2019 alla Tauron Arena di Cracovia, Polonia.

Questa la lineup:

SLIPKNOT, AMON AMARTH, TESTAMENT, ELUVEITIE, JINJER, SABATON, WITHIN TEMPTATION, TRIVIUM, FROG LEAP, GRAND MAGUS, IN FLAMES, POWERWOLF, SOULFLY, VLTIMAS, OMNIUM GATHERUM, KING DIAMOND, EMPEROR, CARCASS, HATEBREED, LOST SOCIETY, BATUSHKA, POSSESSED, POWER TRIP, IN TWILIGHT’S EMBRACE, IMMOLATION, CROWBAR, MUNICIPAL WASTE, ENTROPIA

I biglietti sono venduti esclusivamente tramite https://tickets.mysticfestival.pl/en/ e https://www.eventim.pl/

Cracovia si trova nel sud della Polonia ed è dotata di aeroporto.

Il festival si svolge su tre palchi: il Main Stage Arena è coperto e all’interno della Tauron Arena, il Park Stage è open-air nell’adiacente Aviation Park, il The Shrine è open-air nel parcheggio della Tauron Arena. L’impianto dispone di un parcheggio a pagamento, l’organizzazione consiglia comunque di parcheggiare altrove ed arrivare con i mezzi pubblici. Il festival non dispone di area campeggio ma la zona è ricca di hotel. L’accesso ai minori di 18 anni è consentito solo in presenza di un genitore o di un tutore legale.

All’arrivo il biglietto verrà scambiato con un braccialetto che permetterà la libera circolazione tra i tre palchi e in tutta l’area del festival, nel Main Stage Arena sono disponibili anche posti a sedere numerati [acquistando i biglietti per settori A/C]. I VIP ticket avranno accesso ai posti a sedere in area B, zona ristorante all’arena con open bar, una serie di gadget del festival. Vicino ad ogni palco ci saranno servizi di ristorazione, bar e servizi igienici. Presenti anche cassette di sicurezza e guardaroba. Per avere accesso alle piattaforme per disabili scrivere a niepelnosprawni@eventim.pl [gli accompagnatori hanno uno sconto del 50% sul biglietto].

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*