Comunicato stampa

Dopo tre serate intensissime si chiude nel migliore dei modi la tredicesima edizione di Transmissions, che sabato 27 novembre ospita tre giganti dei linguaggi sonori della musica contemporanea. Ad aprire la serata sarà  alle 21 Blak Saagan (al secolo Samuele Gottardello), che realizza da anni la propria library-music unendo la tradizione delle colonne sonore psichedeliche italiane degli anni 60/70 con la musica elettronica, ambient e drone, sviluppando paesaggi kosmische kraut e post-punk industriali. Il suo ultimo, acclamato Lp, Se Ci Fosse La Luce Sarebbe Bellissimo, porta però gli ascoltatori in una direzione completamente diversa: li prende per mano e li porta a rivivere una delle pagine piùtristi e oscure della storia italiana: il rapimento di Aldo Moro da parte dei terroristi delle Brigate Rosse, nel 1978. A seguire, la londinese Lucinda Chua, che sando principalmente la sua voce, il violoncello e una serie di effetti, scrive canzoni pop ambient che sono intime, atmosferiche e incantevoli. Infine, il vero e proprio evento della serata, con i belgi Echo Collective che presentano lo straordinario 12 Conversations with Thilo Heinzmann di Jà³hann Jà³hannsson. Echo Collective è un gruppo eterogeneo di musicisti provenienti da studi classici con base a Bruxelles. Oltre al loro progetto, il gruppo collabora con compositori e musicisti moderni per live, tours, colonne sonore e composizioni originali “Post-classical”, “neo-classical”, “non-classical”: nessuno sa come chiamare la musica degli Echo Collective.

27 novembre – sabato
ore 20.30
warm up: Chiara Colli – Dj set
Echo Collective (BE) plays Jà“HANN Jà“HANNSSON “12 Conversations with Thilo Heinzmann”
Lucinda Chua (UK)
Blak Saagan (IT)

BLAK SAAGAN
Con base ai margini della laguna veneziana, Samuele Gottardello (in arte Blak Saagan), realizza da anni la propria library music unendo la tradizione delle colonne sonore psichedeliche italiane degli anni 60/70 con la musica elettronica, ambient e drone, sviluppando paesaggi kosmische kraut e post-punk industriali. Mentre il suo primo disco A Personal Voyage esplorava lo spazio, influenzato dal lavoro del cosmologo Carl Sagan, Blak Saagan, con il suo ultimo concept album, Se Ci Fosse La Luce Sarebbe Bellissimo, porta gli ascoltatori in una direzione completamente diversa. Li prende per mano e li porta a rivivere una delle pagine piùtristi e oscure della storia italiana: il rapimento di Aldo Moro da parte dei terroristi delle Brigate Rosse, nel 1978. Ogni brano si collega alla vicenda e prende spunto dagli accadimenti trascorsi durante quei 55 giorni, dall’aggressione alla scorta e rapimento di Moro al ritrovamento del suo corpo nel bagagliaio di una Renault 4.

ECHO COLLECTIVE
Fondati da Neil Leiter e Margaret Hermant, Echo Collective è un gruppo eterogeneo di musicisti provenienti da studi classici con base a Bruxelles. Oltre al loro progetto, il gruppo collabora con compositori e musicisti moderni per live, tours, colonne sonore e composizioni originali “Post-classical”, “neo-classical”, “non-classical”: nessuno sa come chiamare la musica degli Echo Collective. Ma nemmeno Neil Leiter e Margaret Hermant sembrano interessarsi molto alla cosa. La musica sinfonica portata fuori dai circuiti classici è diventata molto famosa negli ultimi anni, e Leiter e Hermant hanno assistito all’evoluzione e alla straordinaria ascesa di questo movimento da vicino. Hanno lavorato con alcuni musicisti di spicco, sia nel mondo della registrazione che nei live in tutto il mondo: A Winged Victory for the Sullen, Johann Johannsson, Joep Beving, Stars of the Lid, Erasure, Daniel O’Sullivan, Adam Wiltzie, Dustin O’Halloran, Christina Vantzou, MAPS, Michel Bisceglia, and James Heather.

LUCINDA CHUA
Lucinda Chua è un’artista che vive nel sud di Londra. Usando principalmente la sua voce, il violoncello e una serie di effetti, Chua scrive canzoni pop ambient che sono intime, atmosferiche e incantevoli. Nata a Londra e cresciuta a Milton Keynes, Chua ha radici inglesi, malesi e ancestrali cinesi. Avendo imparato la musica a orecchio dall’età  di tre anni con il metodo Suzuki, Chua considera la musica come una forma naturale di auto-espressione non verbale. Chua ha auto-pubblicato il suo EP di debutto Antidotes 1 ”“ tra scrittura sommessa, canzoni pop introspettive e ampi paesaggi sonori materici ”“ mentre partecipava allo schema di tutoraggio “Work In Progress” di NTS Radio e si esibiva contemporaneamente nella band dal vivo di FKA TWIGS per il suo tour Magdalene. Ora sta lavorando con l’etichetta indipendente 4AD al suo secondo EP, Antidotes 2, dove espande il suo vocabolario sonoro unico, con trame subliminali che si fondono l’una nell’altra prima di svanire.

Transmissions Festival è presentato da Associazione Culturale Bronson con il contributo del Comune di Ravenna – Assessorato Alla Cultura, Ravenna Per Dante e Regione Emilia-Romagna e la preziosa collaborazione Dice.fm.
Uno speciale ringraziamento ai mediapartner del festival Radio Rai3 ”” che riprenderà  e trasmetterà  nei mesi a seguire una selezione dei live all’interno dello storico programma Battiti, URSSS ”” che si occuperà  delle riprese audio e video della manifestazione, Radio Raheem ”” che seguirà  il festival attraverso un palinsesto giornaliero dedicato con interviste ai protagonisti, Zero e The New Noise.

L’artwork di Transmissions XIII è opera di Mindshapes, artista milanese parte del collettivo Satatttvision, che nasce come tatuatore per arrivare ad indagare in maniera unica le arti visive nelle sue diverse manifestazioni e tecniche. In occasione del festival Mindshapes realizzerà  anche un murale originale su una speciale parete allestita ad hoc all’Almagià .

Su Spotify è disponibile la playlist ufficiale del festival, mentre sono in vendita sul sito transmissionsfestival.org gli abbonamenti e i biglietti per seguire tutti gli appuntamenti del festival.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Hana-Bi Ӣ Bronson (@bronsonproduzioni)

Author

Write A Comment

X