Sono i Tre Allegri Ragazzi Morti ad aprire questa edizione del Trieste Science Fiction al Teatro Miela proprio nella serata di Halloween.

I Tre Allegri Ragazzi Morti, anche se ormai in 5 con l’aggiunta della polistrumentista Monique Honeybird e di Andrea alla chitarra, riempiono il teatro in pochi minuti dall’apertura.  Il pubblico, formato tra vecchia guardia e nuovi fan, canta senza sosta ogni singola canzone e in alcuni dei pezzi più vecchi e punk si scatena un pogo che farebbe impallidire molti concerti punk/hardcore.

Insomma, i Tarm riescono di nuovo a sorprendere tutti con un live potente e ben equilibrato fra pezzi tratti dall’ultimo album “Inumani” e il primo “Piccolo intervento a vivo” del 1997, un viaggio nel tempo che ha condensato in 2 ore ben 20 anni di carriera del gruppo.

SETLIST: Il principe in bicicletta – C’era una volta – Persi nel telefono – Libera – In questa grande città – Puoi dirlo a tutti – La faccia della luna – E invece niente – Occhi bassi – Dimmi – Voglio – Mio fratellino – Il mondo prima – Honey in the fridge – La mia vita senza te – Alle anime perse – Vivere fuggendo – Di che cosa parla – Mai come voi – Ad un passo dalla luna.

 

 

 

 

 

Write A Comment

X