XENTRIX – Bury The Pain

 

Listenable Records – Giugno 2019

Ok, non avranno avuto l’importanza storica di band come Metallica, Slayer, Testament, Anthrax, Megadeth, Overkill ed Exodus, però anche gli Xentrix nel loro piccolo hanno lasciato una piccola traccia nell’universo thrash metal in particolar modo con gli album ‘Shattered Existence’ del 1989 e ‘For Whose Advantage?’ dell’anno successivo.
Attivi fino al 1996, dopo essersi sciolti e poi riformati, i ragazzacci inglesi ritornano con un nuovo scoppiettante lavoro, ‘Bury The Pain’ uno dei migliori dischi in ambito thrash metal che quest’annata metallica ci ha regalato.
La scaletta è tirata e senza sosta, i pezzi si basano principalmente su riff di chitarra semplici ma molto efficaci che donano freschezza alle composizioni.

Gli Xentrix di oggi sono composti dagli “storici” Dennis Gasser (batteria) e Kristian Havard alla chitarra e i nuovi innesti Jay Walsh (chitarra, voce) e Chris Shires (basso), una formazione equilibrata che ha dato ottimi risultati sul disco.
Il thrash metal degli Xentrix di oggi è abbastanza immediato e riconoscibile, fortunatamente la band inglese non è incappata in un stanco ritorno sterile, di quelli che ti lasciano indifferente e con un pizzico di amaro in bocca, insomma non siamo al cospetto di quattro attempati musicisti che tirano fuori gli strumenti impolverati e provano a rinverdire i fasti del passato. Qui si fa sul serio, e si sente.
La title track e ‘There Will Be Consequences’ non lasciano spazio a dubbi e perplessità, thrash che fa male (soprattutto ai nostri poveri colli) e che coinvolge totalmente.
Bleeding Out’ prosegue sulla stessa lunghezza d’onda, senza nessun compromesso. ‘The Truth Lies Buried’ presenta delle interessanti aperture melodiche in particolar modo nell’introduzione e nel ritornello.

A parte un paio di episodi sottotono (‘Let The World Burn’ un po’ canonica e la conclusiva ‘Evil By Design’) il disco si assesta su livelli più che buoni con picchi che denotano un’ispirazione in fase compositiva che a tratti sorprende.
World Of Mouth’, ‘Deathless And Divine’ e ‘The One You Fear’ quest’ultima con un dolce arpeggio di chitarra posto all’inizio, confermano che gli Xentrix hanno ancora molto da dire.

Personalmente penso che oggi non ci sia bisogno di gruppi alla moda, di gruppi che vogliono essere metal ma non hanno questa musica nel sangue. Oggi più che mai c’è bisogno di gente che crede in quello che fa e che suona con il cuore e gli Xentrix rientrano pienamente in questa categoria.

www.xentrix.co.uk

Tracklist:

1.Bury The Pain
2.There Will Be Consequences
3.Bleeding Out
4.The Truth Lies Buried
5.Let The World Burn
6.The Red Mist Descends
7.World Of Mouth
8.Deathless And Divine
9.The One You Fear
10.Evil By Design

Band:

Dennis Gasser – batteria
Kristian “Stan” Havard – chitarra
Chris Shires – basso
Jay Walsh – voce, chitarra

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*