Ho il piacere di parlare con Andrea Arcangeli, bassista italiano molto conosciuto e apprezzato da molto tempo che da poco con i Noveria ha pubblicato l’album ‘Aequilibrium’. Con lui una piacevole chiacchierata toccando i vari punti dall’attualità, all’album e a tanto altro che vi invito a legger di seguito…

 

Ciao Andrea e grazie per il tempo che ci stai dedicando, come stai.

Ciao Francesco io sto benone ti ringrazio, spero che te e i tuoi cari stiate bene visto il periodo! Iniziamo con molto piacere 😊

In primis un ringraziamento per la tua collaborazione al nostro progetto le ‘voci del rock’n’roll unite’. Ci ha fatto piacere averti fra le nostre pagine…

Ha fatto piacere anche a me, mi è sembrato un bel modo per mandare un messaggio di solidarietà e supporto al la “nostra fetta” di popolazione. Credo che un’iniziativa del genere abbia anche aiutato alcune persone a prendere maggior coscienza della situazione.

In questo momento così strano ci sono cosi tanti progetti in rete, tutti così piacevoli ed è bello vedere anche l’interesse del pubblico, lettori e appassionati…

Sono d’accordo con te, anzi mi sembra che per certi aspetti la situazione abbia risvegliato qualcosa in più nelle persone, una sorta di “necessità fa virtù” che ha smosso la creatività di molti.

Che ne dici questo sarà il futuro della musica visto che dovremo rimanere senza concerti per un bel po’? Hai visto molte band stanno posticipando l’uscita dei nuovi lavori previsti prima dell’estate…

Oddio… ”Futuro della musica” mi sembra un’affermazione molto forte, direi che sicuramente alcune di queste iniziative potrebbero essere una variante che persisterà per parecchio tempo ma la musica, per come la intendiamo in questo contesto, è molto più che un “ascoltare” o “vedere” qualcosa o qualcuno ma è un momento sociale, un momento di condivisione, un momento di contatto con le persone e difficilmente questi aspetti possono essere sostituiti da “concerti in streaming” o ad esempio con il più recente “drive in” per i concerti. Non mi fraintendere, sono ottime iniziative per una situazione particolare, ma non potranno mai pareggiare le chiacchierate e le sbronze prese durante i veri live 😊

E tu come stai vivendo questo momento così particolare della tua e della nostra vita?

Personalmente parlando, al di fuori della musica, mi ritengo fortunato perché per il lavoro che faccio posso sfruttare lo smart working, che paradossalmente si sta trasformando in un’arma a doppio taglio perché si lavora praticamente 20 ore al giorno ma rispetto ad altre realtà di sicuro non mi posso lamentare. Musicalmente parlando, riguardo i Noveria la situazione ci ha un po’ tagliato le gambe, considera che il terzo album è uscito a fine Ottobre e praticamente non siamo riusciti a pianificare alcun live, avevamo dei festival e sono stati giustamente cancellati, quindi non siamo riusciti a promuovere a dovere “Aequilibrium” che a mio avviso è un bellissimo album. Lato DGM, fortunatamente, non ci ha danneggiato tantissimo, nel senso che abbiamo terminato l’album e per ora non abbiamo ripercussioni sui live in quanto volutamente avevamo deciso di non pianificare nulla per dedicarci al nuovo lavoro, bisogna vedere quanto durerà la situazione perché ovviamente l’album uscirà e anche in questo caso dovremmo pianificare un tour… vediamo e speriamo bene. 😊

Con in Noveria avete pubblicato il video di ‘Stronger Than Before’, secondo singolo estratto dall’album ‘Aequilibrium’, uscito a fine ottobre 2019. Titolo perfetto per questo periodo… e perché proprio questo brano per un video?

Eh sì, diciamo che neanche a farlo apposta ‘Stronger Than Before’ è uscito in un momento dove tale messaggio è sicuramente utile. In realtà la scelta di questo brano prescinde dalla situazione, considera che la scelta dei singoli e relativi video risalgono a prima dell’estate quindi molto tempo prima che uscisse fuori la pandemia. I brani scelti rispecchiano due momenti salienti del concept che sta dietro ad ‘Aequilibrium’ la caduta (Broken) e la rinascita (Stronger Than Before) da situazioni tragiche vissute dal protagonista.

Com’è stato registrare questo video?

Francesco Mattei, masetermind dei Noveria, vive poco fuori Roma, vicino ad ambientazioni molto curiose, una di queste è proprio lo scenario scelto per il video, un deposito di autodemolizione o più comunemente detto sfasciacarrozze 😊l’ambientazione era ideale per spiegare “il ritorno” da una situazione moralmente e psicologicamente disastrosa. Tecnicamente parlando è stato un po’ un dramma proprio per la location, ci siamo dovuti attrezzare a dovere ed abbiamo avuto non pochi imprevisti, però alla fine mi sembra che il risultato sia stato molto buono e poi come ogni video è stato molto divertente girarlo.

Ma mica è stato scelto apposta perché il titolo è una sensazionale espressione che è perfetta per questo atroce periodo che stiamo vivendo…

No come ti dicevo è stato un mero caso che però si è, purtroppo, sposato perfettamente con la situazione 😊

‘Aequilibrium’ è il terzo album che avete pubblicato. Secondo te quanto c’è di simile e quanto c’è di distante dei precedenti due lavori?

A mio parere ogni album dei Noveria ha lo stesso mood musicale che li contraddistingue da altre proposte, e che si può definire come personalità artistica, è una mia visione eh… ovviamente in ogni album c’è quel quid in più rispetto al precedente… ad esempio ‘Aequililbrium’ strizza un occhio anche ad atmosfere più rilassate e meno tecnicamente frenetiche che secondo me hanno dato vita a pezzi stupendi come ‘New Born’ che per me è un brano bellissimo. A livello di sound, anche qui c’è una crescita, vuoi per il lavoro di missaggio da parte di Simone vuoi anche per una maggior maturità di ogni musicista durante la registrazione.

Ma a mente fredda. Che ne pensi dell’album? Vorrei da te, voi un vero e proprio giudizio critico poiché gli unici a poterlo fare siete voi che lo avete vissuto e lo state ancora vivendo…

Per me ‘Aequilibrium’ è un album bellissimo, sia da suonare che da ascoltare, questa mia impressione l’ho sempre condivisa con Francesco e gli altri già dal completamento della stesura dei brani. So che può sembrare scontato però ogni volta che lo ascolto, e non lo ascolto sempre ovviamente, rimango sempre molto sorpreso sia dai pezzi che dalla produzione. Rispetto ai precedenti lavori, come ti dicevo, lo trovo più riflessivo, nonostante il classico trademark Noveria, ma ovviamente è un punto di vista personale.

Noveria, power metal band, ma non solo… c’è tanta ricchezza di talento e passione in voi. Da dove nasce tutto ciò.

Beh per quanto riguarda il sound, nasce soprattutto da Francesco Mattei, essendo lui il compositore principale tutte le sue influenze sono riportate al 90% nei brani dei Noveria. Per il talento direi che ogni componente del gruppo può essere definito un bravissimo musicista, anche in questo caso dobbiamo dire che Francesco all’epoca decise di proporre questo progetto non solo a delle persone preparate tecnicamente parlando ma anche a delle persone capaci di confrontarsi e di condividere momenti e situazioni non sempre facili. Questo ha fatto si che i membri di questa band siano diventati molto affiatati sia sul palco ma soprattutto fuori. Si parla di amicizia e stima reciproca anche con Julien (tastierista) che vive in Belgio ma con il quale ci troviamo molto bene sia caratterialmente che dal punto di vista musicale.

Conosciamo cosa vi accomuna, la musica, il metal, la passione, ma cosa c’è che differenzia i componenti dei Noveria fra di loro?

azz… domandona… beh anzitutto siamo sparsi sul territorio europeo, come ti dicevo Julien è belga, Francesco è quasi ai confini del Lazio, io ed Omar siamo a Roma mentre il cantante Frnk vive a Crotone, direi che già queste sono belle differenze ahahaha. Scherzi a parte direi che ognuno di noi ha la sua personalità stilistica e questo fa sì che ogni pezzo, per quanto possa essere composto interamente da un singolo individuo, racchiude il marchio di ognuno di noi.

Ma adesso… che succederà ai Noveria. Prima si parlava del futuro della musica, ma adesso quale sarà il futuro dei Noveria? Che pensate di fare e come pensate di muovervi… Quali iniziative per promuovervi?

A dire il vero stanno già prendendo vita dei nuovi brani 😊 visto che comunque la promozione live sembra essere sospesa, ci siamo ritrovati ad avere delle nuove idee. Nel breve termine stavamo ipotizzando di fare qualche video playthrough su qualche pezzo, vediamo….

Ma secondo te, questi progetti dei vari musicisti che vediamo fiorire su internet e sui social di tutti i tipi sono un modo per mantenere vivo l’interesse nelle band, un modo per non essere dimenticati, un modo per sopravvivere…

Inizierei facendo una distinzione tra band e singoli individui. Parlando di una band, il fatto di essere super attivi in questo periodo lo vedo un modo per mantenere vivo l’interesse, promuovere eventuali nuovi lavori che soffrono di questa situazione di “blocco” dei live, anche i nuovi progetti nati ‘on line’ li considero un buon modo per mantenere vivo l’interesse del mondo musicale….però credo che molti non considerino la qualità di quello che fanno, nel senso che si potrebbe cadere poi nel fare un “video cameretta” che potrebbe sortire l’effetto contrario, cioè far perdere credibilità ad un pezzo. Per i singoli individui/musicisti, entra in gioco anche il lato caratteriale, ci sono persone che non vedono l’ora di pubblicare qualcosa a prescindere da cosa…che sia una cover, una piccola improvvisazione, un playtrhough… tutto finalizzato a rimanere ‘vivi nell’etere’, se questo è utile ad un preciso scopo allo va bene altrimenti, se è solo per il gusto di ‘apparire’, diciamo che non mi ci ritrovo molto. Caratterialmente non sono mai stato il tipo ‘adesso vi faccio vedere cosa so fare’, a prescindere da quello che uno sa fare, e non ritengo di avere o una posizione da mantenere nel mondo dei social tanto da dovermi forzare a fare una cosa del genere, ciò non vuol dire che non ne farò in futuro ma di certo non mi sento ‘in dovere’ di farlo soprattutto adesso. Questo mi porta alle volte a considerare come inutili determinate proposte che vedo in giro, però ripeto, non c’è un giusto o sbagliato, è un mio semplice punto di vista.

Internet che una volta condannavamo per il download selvaggio che riduceva la vita della band torna ad essere importante per permettere la divulgazione della musica e restare in vita…

Si come accennato sopra, per i progetti e le varie band, in questo momento si manifesta come un’alternativa valida alla promozione e alla divulgazione musicale

Andrea e Noveria. Ti ringrazio per il tempo che ci avete dedicato. Concludi tu questa chiacchierata aggiungendo qualcosa che ho trascurato e con un saluto ai vostri amici e fan e ai nostri lettori e altri rocker che ci sono in circolazione e rinchiusi in casa…

Francesco, grazie mille a te per lo spazio dedicatoci, mandiamo un saluto a tutti i lettori con un augurio per tutti quanti e un incoraggiamento a tener duro in queste giornate difficili… speriamo di vederci il prima possibile in giro 😊

Me lo auguro di cuore, grazie Andrea in bocca al lupo…

Avatar
Author

Born to Lose, Live to Win | Rock'n'Roll is my life, so... long live rock'n'roll !!!

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi