comunicato stampa

AREZZO MUSIC FEST 2021

Dopo lunghi mesi in cui la musica dal vivo è stato solo un miraggio si torna a suonare dal vivo e la città di Arezzo torna a distinguersi anche con il ritorno di Arezzo Music Fest, la rassegna promossa da Men/Go Music Fest, manifestazione consolidata a livello nazionale e ormai giunta alla sua diciassettesima edizione. Il festival è inserito nell’ambito di “Anfiteatro sotto le stelle” ed è stato possibile grazie al patrocinio e contributo di Comune di Arezzo e il sostegno e collaborazione di Fondazione Guido D’Arezzo, Fondazione Arezzo Intour, Camera di Commercio di Arezzo-Siena, Consiglio Regionale della Toscana, il main sponsor Estra e la collaborazione di Direzione regionale Musei della Toscana e del Museo Archeologico “Gaio Cilnio Mecenate”.

Si parte il 24 giugno con La Rappresentante di Lista che si esibirà con ingresso gratuito e prenotazione obbligatoria, inaugurando il loro “My Mamma Tour”, dopo il grande successo riscosso all’ultimo Festival di Sanremo. A seguire il 9 luglio ancora una serata ad ingresso libero e prenotazione obbligatoria con “Local Heroes”, in cui si lascerà il palco a quattro artisti giovanissimi, Manfri, Frambo, Brunacci e Spumante in una produzione completamente nuova in collaborazione con Stefano Santoni e al live dei Soul Killa Beatz in occasione dei 10 anni dagli esordi in collaborazione con Arezzochespacca, un evento pensato per dare spazio ai giovani talenti del territorio. Si prosegue il 22 luglio con Motta: il cantautore toscano porterà dal vivo il suo nuovo album “Semplice”, ingresso 20€ + diritti di prevendita, il 31 luglio si gioca in casa con i Negrita per una serata speciale che farà parte di un disco live che prenderà proprio le registrazioni del concerto aretino. Ingresso 25€ + diritti di prevendita. A chiudere il cartellone, il 5 agosto, un nome internazionale come quello dei Calibro35, vanto italiano all’estero per la loro musica fuori da ogni etichetta, concerto ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, e infine, il 26 agosto, i torinesi Subsonica pronti a far ballare il pubblico aretino sulle note di nuove canzoni e hit di culto. Ingresso 25€ + diritti di prevendita.

Arezzo Music Fest è organizzato da Associazione Music. Si ringrazia per il sostegno il main sponsor Estra e gli sponsor Atam, Conad, Nastro Azzurro, Gin Sabatini, Chiantibanca, Verespresso, Prodigio Divino e Atelier Egidio Borri.

Per informazioni: mengomusicfest@gmail.com – www.mengomusicfest.com

Biglietti e prevendite su: www.discoverarezzo.com

“Come Comune siamo molto felici di partecipare e sostenere questa manifestazione che nel corso degli anni ha preso sempre più campo, portando anche dei nomi importanti ad Arezzo, e sopratutto quest’anno con il valore aggiunto dell’Anfiteatro e la creazione di sinergie tra le varie realtà della città.” (Ilaria Pugi, consigliere comunale del Comune di Arezzo)

“Un altro segnale della capacità e della voglia di ripresa di Arezzo – commenta Francesco Macrì, Presidente di Estra. Così possiamo considerare Men/Go Music Fest. Edizione 17, come dire che ormai fa parte del patrimonio culturale di questa città, che resiste al tempo e che non si piega al Covid. La formula è la stessa delle origini, segno evidente che l’idea era buona e che l’Associazione Music aveva avuto l’intuizione giusta e che il Comune di Arezzo e poi Estra hanno capito che questa manifestazione meritava e continua a meritare attenzione e sostegno”.

“Dopo più di anno di grandi difficoltà torna la musica dal vivo con la kermesse Arezzo Music Fest che è il naturale sviluppo di Men/Go Music Fest adattato all’evoluzione dell’emergenza sanitaria. Pur con tutte queste difficoltà organizzare un cartellone così prestigioso e importante ci dà tantissimo entusiasmo per una rinascita collettiva grazie alla musica e alla cultura. Dobbiamo ringraziare per la fiducia e il sostegno tutti i nostri sponsor e partner, a partire dal Comune di Arezzo e da Estra, insieme alle Fondazione Guido d’Arezzo e Arezzo Intour che credono, quanto noi, nell’impatto sociale e culturale della musica e dei concerti dal vivo” (Paco Mengozzi, direttore artistico).

“È con piacere che anche questo anno sosteniamo il Mengo Music Fest. Per noi di Arezzo questo evento è ormai un simbolo, un appuntamento fisso che ogni anno colora di musica la nostra città. Essere sponsor fin dagli esordi del festival è motivo di orgoglio – dichiara il Socio Conad di Arezzo Paolo Gista – e proprio per questo confermiamo ogni anno il nostro sostegno, per ripagare la comunità della fiducia che ripone in noi ogni giorno. Per noi di Conad, valorizzare il territorio con eventi come questo, è da sempre uno dei punti cardine del nostro essere “Persone oltre le cose”. Mi auguro che questo ritrovato momento di aggregazione possa essere di buon auspicio per uscire definitivamente da questo lungo periodo caratterizzato dalle distanze, che ha colpito tutti quanti noi. Sicuro di un altro successo di questa edizione del Mengo Music Fest, faccio il mio personale grande in bocca al lupo a tutta la squadra che organizza con passione e professionalità questo bellissimo evento”.


BardoMagno

Dopo l’uscita dell’ultimo acclamatissimo singolo “Cerveza y Latifondo” che è entrato a gamba tesa nella lista dei tormentoni dell’estate 2021, i BardoMagno, i menestrelli di Feudalesimo e Libertà, annunciano le prime date dal vivo, lo “Cerveza y Latifondo Show”.

Due gli appuntamenti live per l’irriverente folk-metal band: domenica 18 luglio presso Parco Tittoni (Desio) e venerdì 23 luglio sul palco del VegImagna di Corna Imagna (BG).

Capitanati da Abdul il Bardo (Valerio Storch a.k.a Mohammed Abdul, già chitarrista dei Nanowar Of Steel) insieme al Gran Calippo d’Oriente (Maurizio Cardullo, ex Folkstone) e da Fra’ Casso da Montalcino (Edoardo Sala, ex Folkstone), i BardoMagno hanno recentemente sancito il loro ritorno in studio pubblicando negli ultimi mesi tre singoli: “La Cintura di Castità”, “Drakkar Special” (una cover dallo stile ‘Made in Aquisgrana’ di “50 Special” dei Lunapop) e l’ultimo “Cerveza y Latifondo”.

Con “Cerveza y Latifondo” i BardoMagno lanciano il tormentone dell’estate proponendo il Feudalton, il primo reggaeton feudale esistente al mondo (sia il nuovo che il vecchio, si intende).

Un gruppo di conquistadores decide di andare in vacanza e di partire alla conquista del Nuovo Mondo, tediati e annoiati dalla routine della loro vita. Alla volta di Veracruz, a bordo dei loro velieri Nina Pinta e Sea Watch, una volta approdati, incontreranno Montezuma, perfido padrone della discoteca. Dopo aver rubato la donna all’Azteco e aver combattuto una battaglia a suon di rap, i BardoMagno convertiranno l’eretico Montezuma in un prode monaco e tutta la sua schiera di senza Dio finalmente seguirà le leggi dell’Imperatore.

Il brano vanta la collaborazione di Don Alemanno; il video ufficiale è stato girato da Minimad, noto progetto social.

“CERVEZA Y LATIFONDO SHOW”
dettagli:

18.07.2021 – PARCO TITTONI – Desio (MB)
Biglietto 12€ + ddp // 15€ in cassa
Prevendite disponibili su Mailticket
https://www.mailticket.it/manifestazione/ZM30/BARDOMAGNO

23.07.2021 – VEGIMAGNA – Corna Imagna (BG)
Ingresso € 15 (incluso drink)
Accesso solo su prenotazione tramite modulo sul sito


Slow Music in collaborazione con la Fondazione Giorgio Gaber

presentano

un progetto speciale per Milano

Slow Gaber

Omaggio al Signor G

A oltre 18 anni dalla sua scomparsa, il 31 agosto la rassegna Estate Sforzesca ospiterà una serata milanese dedicata a Giorgio Gaber, dal jazz al rock’n’roll, fino al teatro canzone.

È un lungo percorso, molto vario, quello che rivisiteremo con il contributo di alcuni e selezionati artisti e alcuni filmati anche inediti presentati al pubblico per la prima volta. Partendo dalla fine degli anni Cinquanta a Milano, le prime esperienze come chitarrista, fino agli esordi come interprete e autore, al duo I Corsari con Enzo Jannacci, ai successi con la Dischi Ricordi diventati poi dei classici, alle canzoni dedicate ai personaggi della sua città, per arrivare alla svolta che ha portato all’invenzione del Teatro-Canzone, un nuovo linguaggio, creato con Sandro Luporini, congeniale ai contenuti e all’urgenza di intervenire, quasi ogni anno, con una nuova proposta di spettacolo.

Giorgio Gaber è stato musicista, autore, interprete, presentatore, attore, commediografo, regista; ha vissuto nei locali, in tournée, in televisione, in teatro. È uno dei giganti dello spettacolo italiano, uno dei più popolari di sempre, singolare, unico. Ogni categorizzazione pare riduttiva per descrivere le arti di Giorgio Gaber.

L’anima dello show sarà rappresentata dalla sentita reinterpretazione di alcuni brani di Gaber che darà Morgan, davvero uno dei più originali e appassionati interpreti Gaberiani.

Particolare sarà la rilettura strumentale che la band diretta da Federica Pellegrinelli e formata da ottimi musicisti diplomati al CPM MUSIC INSTITUTE, che ha già collaborato con Slow Music proprio al Castello nell’estate del 2020 durante l’Estate Sforzesca per la celebrazione di Slow Club Live, e con il contributo di amici e intellettuali che porteranno sul palco la loro testimonianza.

Parteciperanno quindi allo spettacolo artisti giovani ed emergenti insieme ad altri conosciuti ed affermati, creando un caleidoscopio di voci, suoni, testimonianze ed immagini che dipingeranno quel grande capolavoro che è l’indimenticato Signor G, con l’intento di contribuire a testimoniare e divulgare un ricchissimo patrimonio umano, intellettuale, artistico, che ha saputo “parlare” proprio a tutti.

Slow Music è un’Associazione no profit il cui scopo è creare una rete di cooperazione tra gli operatori del settore e i fruitori di musica. Nel 2019 dà vita ad A.R.M.O.N.I.A., il primo progetto sostenibile a cura dell’Assocazione e in collaborazione con Regione Lombardia ed ERSAF che mira a creare una moderna immagine delle foreste di montagna e delle riserve naturali, per contribuire a far conoscere le foreste della Lombardia e il Parco dello Stelvio con concerti, incontri e conferenze.

Slow Gaber – Omaggio al Signor G

Martedì 31 Agosto 2021

Milano, Estate Sforzesca / Castello Sforzesco

Posto a sedere: € 10,00 + prev.

Biglietti in vendita su MailTicket

Apertura porte: ore 20.00

Per informazioni: Yes Milano ( www.yesmilano.it/estatesforzesca )

#estatesforzesca


CINZELLA FESTIVAL
(Grottaglie,Taranto)
Il festival dedicato a musica e cinema per la direzione artistica di Michele Riondino arriva nel 2021 alla sua quinta edizione presso le Cave di Fantiano, Grottaglie, dal 10 al 15 agosto. Annunciati nuovi nomi.

15 Agosto – Daniele Silvestri e Folcast

14 Agosto – Tricky e Almamegretta

13 Agosto – La Rappresentante di Lista e La Femme

Se lo scorso anno la parola d’ordine era resistere e trasformare il problema in opportunità, quest’anno il nostro sguardo sarà proiettato su un futuro che vogliamo conquistare a tutti i costi. Il nostro futuro si chiama libertà: dalla pandemia, dalla paura, dal disfattismo. Lavoriamo a un’idea di Cinzella Festival che sia esorcizzante e di buon auspicio. Faremo come se ad agosto potremo ballare e divertirci come facevamo prima della pandemia. Se il destino baro ci rimetterà i bastoni fra le ruote saremo sempre in tempo a tornare indietro e a correre ai soliti ripari, ormai lo sappiamo fare bene. La cosa più importante però è che questo fottutissimo virus non vincerà mai su Cinzella. Let’s rock.
(Michele Riondino)

L’associazione Culturale AFO6 – Convertitori di idee di Taranto, aggiunge due nuovi incredibili protagonisti alla nuova edizione di Cinzella 2021: il 15 agosto sono attesi DANIELE SILVESTRI E FOLCAST, che vanno ad aggiungersi a TRICKY E ALMAMEGRETTA, sul palco delle Cave di Fantiano di Grottaglie il 14 agosto, e a LA RAPPRESENTANTE DI LISTA E LA FEMME, on stage il 13 agosto.
CINZELLA FESTIVAL, il festival come sempre dedicato a musica e cinema che si terrà dal 10 al 15 agosto 2021 a Grottaglie (TA), nell’incantevole e unico scenario delle Cave di Fantiano, per la direzione artistica dell’attore Michele Riondino. Dal 10 al 12 agosto sarà presto presentata la parte dedicata prevalentemente alle immagini, mentre i live si concentreranno dal 13 al 15 agosto.
Dopo il successo dello scorso anno con Diodato, BSBE e Andrea Laszlo De Simone, dopo il clamore di Franz Ferdinand e Afterhours e decine di migliaia di presenze registrate negli ultimi anni, Cinzella torna per la sua quinta edizione nell’estate 2021, all’insegna della sicurezza e del rispetto delle normative vigenti, e riprende la sua forma di festival che guarda alle più interessanti e chiacchierate realtà di livello nazionale e internazionale.
Il festival dedicherà come ogni anno una parte alle “immagini”, e una parte ai concerti dal vivo, dal 10 al 15 agosto. Sul grande palco delle Cave di Fantiano di Grottaglie si alterneranno come sempre talk, proiezioni, musica, guest d’eccezione che verranno annunciati nelle prossime settimane.

13 AGOSTO
Il 13 agosto sarà dunque una serata davvero speciale. I primi ospiti sono nel novero degli artisti che nel 2021 hanno visto la definitiva consacrazione. Non poteva perciò mancare all’appello LA RAPPRESENTANTE DI LISTA: protagonista al Festival di Sanremo con il brano Amare, gemma incastonata nell’album My Mamma, uscito il 5 marzo, la band queer ha portato al grande pubblico il suo mondo musicale fluido e libero da etichette musicali.
Ad aprire le danze, una band internazionale dal sapore unico: LA FEMME, per una sola ed esclusiva data italiana. L’esordio “Psycho Tropical Berlin” (2013) ha decisamente sconvolto ed entusiasmato la critica di mezzo mondo, sopravvivendo al tempo e al successivo Mystére, altro episodio o vera e propria chicca nella carriera della band francese rappresentata da Marlon Magnée e Sacha Got. Il nuovo album Paradigmes, uscito in questo 2021, ha mantenuto le promesse e le aspettative, regalando la stessa lucida follia, lo stesso fascino e carisma che, da Biarriz a Parigi, ha caratterizzato la musica di La Femme, spostandosi poi verso il resto del mondo.

14 AGOSTO
TRICKY
Tricky annuncia il suo 14° album in studio, ‘Fall To Pieces’ in uscita il 4 settembre con la sua propria etichetta False Idols, e condivide il suo singolo principale, ‘Fall Please’. Il leggendario produttore potrebbe essere da più di tre decenni nella sua carriera musicale, ma è attualmente in un periodo particolarmente prolifico. L’anno scorso ha pubblicato l’incantevole EP “20,20” e ha pubblicato un’acclamata autobiografia, ‘Hell Is Round The Corner’.
‘Fall Please’, una canzone che Tricky paragona al go-go di Washington, D.C., ha una strana e contorta accessibilità che ha sorpreso persino l’uomo che l’ha scritta. “Con la maggior parte della mia roba, non c’è nient’altro di simile in giro”, dice. “Ma con ‘Fall Please’ sono riuscito a fare qualcosa che non ero mai riuscito a fare prima, cioè che tutti possono sentirla – anche anche le persone che non conoscono la mia musica. È la mia versione di musica pop, la più vicina al pop che ho mai fatto”.
La musica di Tricky ha sempre arruolato vocalist femminili per portare le sue idee: la maggior parte dei brani di “Fall To Pieces”, tra cui “Fall Please”, si affida a Marta Złakowska, la cantante che
ha scoperto durante un tour europeo quando rimase senza vocalist nella serata di apertura. Lei ha salvato il tour dal disastro. “Riesco a capire quando qualcuno è umile e con i piedi per
terra,” dice Tricky. “A Marta non interessa essere famosa, vuole solo cantare”. L’ultimo anno di fermento creativo è stato senza dubbio una distrazione per Tricky, ma è stato anche un periodo di riflessione e rivalutazione. Ha dovuto porsi una domanda: devo combattere o affondare con la nave? “Devi alzarti e combattere, cazzo”, conclude.
“In questo momento sono in modalità lotta. E mi sento davvero bene. È così.
ALMAMEGRETTA_ HEART IMMUNITY TOUR 2021
“Torniamo su un palco dopo quasi due anni: saremo capaci di trasmettervi ancora emozioni attraverso la musica? Avrete nuovamente voglia di recepirle? Lo scopriremo insieme. Questo è il momento di capire se i nostri occhi sono aperti, le nostre anime sono connesse, i nostri cuori ancora sani e capaci di battere all’unisono. C’è chi pensa che passata questa tempesta, si possa tutti tornare spensieratamente alla normalità – qualunque cosa si intenda con questa parola – fingendo di non accorgersi che è proprio la normalità di ieri che ha dato luogo all’emergenza di oggi. Come si fa dopo una caduta, noi saggeremo le membra per vedere se sono salde e proveremo a rialzarci. Siccome il nostro corpo è fatto di canzoni, ripercorreremo il nostro repertorio suonando tutto come se fosse la prima volta, riscrivendo brani già scritti, dando loro la possibilità di vivere una seconda vita. Dopo l’esperienza del Dub Box, il progetto compatto e votato all’elettronica che abbiamo fatto girare negli ultimi anni, torniamo sul palco con una formazione tradizionale. Insieme ai membri fondatori nei loro ruoli di sempre – Gennaro T alla batteria, Paolo Polcari alle tastiere e Raiz alla voce – ci saranno Fefo Forconi alla chitarra, Albino D’Amato al mixer e un nuovo collaboratore, Paolo Baldini, che oltre a suonare il basso come sa fare, ci aiuterà anche a ridisegnare il nostro sound. Non mancheranno, tra i brani che eseguiremo, quelli di Sanacore, forse il nostro album più noto. Uscito nel 1995, registrato a Procida e mixato presso gli studi On-U Sound da Adrian Sherwood, è stato recentemente ristampato in un’edizione rimasterizzata su doppio vinile. Nun te scurda’, Sanacore, Pe’ dint”e viche addo’ nun trase ‘o mare hanno rappresentato la spina dorsale del sound degli Almamegretta: una miscela di dub giamaicano e di canzone melodica mediterranea che ancora ci caratterizza.”

15 AGOSTO
DANIELE SILVESTRI
Diverse direzioni e formazioni per il nuovo “TOURBINARIO”
Daniele Silvestri torna sul palco questa estate con diverse formazioni. Molteplice e sfaccettato, il suo Tourbinario prenderà percorsi differenti in base alla location e all’atmosfera che lo ospiterà. Un itinerario tra Festival, Arene e Teatri all’aperto, senza troppi tragitti prestabiliti che regalerà al pubblico versioni inedite dei brani più amati dell’artista. In duo con i fiati di Marco Santoro o in quartetto con l’aggiunta delle tastiere e sintetizzatori di Gianluca Misiti e della batteria e percussioni di Piero Monterisi, Daniele Silvestri dal 10 luglio attraverserà l’Italia con questo nuovo tour che lo vedrà vestire pienamente anche il ruolo di musicista.
“Binario” come aggettivo, nel dualismo delle formazioni e della sua essenzialità, ma “binario” anche come sostantivo, come rotaie di un viaggio che può portare in più direzioni: la nuova tournée sarà una sorpresa per il pubblico. “A occhio e croce sarà un’estate trafficata, finalmente. Io non saprei cosa scegliere. Ecco, diciamo che sono contento di averla ulteriormente intasata ed eventualmente complicato le scelte. In caso, sappiate che il mio sarà un tour semplice, direi quasi.. binario. Che sia una bella estate per tutti!”, ha scritto Daniele nel suo post. Poliedrico come pochi artisti in Italia, Silvestri torna in concerto dopo le produzioni con la Magical Mystery Band, e ad un anno esatto dal tour “La cosa giusta” che lo aveva portato ad esibirsi, nonostante le tante difficoltà legate alle normative anticovid, per riportare lavoro alla sua crew.
La cifra stilistica di Daniele Silvestri coniuga la ricerca di una nuova canzone d’autore con il riscontro del grande pubblico, mescolando talento e tradizione, leggerezza espressiva e impegno civile. Tantissimi riconoscimenti ricevuti (Premio Tenco, David di Donatello, Recanati, Amnesty Italia, Grinzane-Cavour, Carosone per citarne alcuni) e numerosi progetti costruiti con e per Onlus anche molto diverse tra loro: Movimondo in Mozambico, Agende Rosse, CUAMM, Every Child is my Child – di cui è cofondatore – tra le altre.
I suoi testi sono spesso acrobazie linguistiche balzate fuori dagli otto album in studio: Daniele Sil- vestri (1994), Prima di essere un uomo (1995), Il dado (1996), Sig. Dapatas (1999), Unò-dué (2002), Il latitante (2007), S.C.O.T.C.H. (2011) e Acrobati (2016).
Il 3 maggio 2019 è uscito il suo ultimo disco La Terra sotto i piedi, che contiene anche Argentovivo, brano presentato al Festival di Sanremo dello stesso anno e vincitore del Premio della Critica “Mia Martini”, Premio della Sala Stampa Radio – Tv “Lucio Dalla e del Premio Miglior Testo “Sergio Bar- dotti”.
Il 4 settembre 2020 pubblica un’edizione speciale in vinile 45 giri de Il mio nemico invisibile, suo brano riletto insieme a Rancore.
FOLCAST
Folcast (nome d’arte di Daniele Folcarelli) è un cantautore romano classe ’92.
Cresce in una famiglia di musicisti divorando qualsiasi tipo di musica. Inizia a suonare da autodidatta pianoforte, basso e batteria, per scegliere poi come compagna di vita la chitarra, che studia fino al conseguimento della laurea al conservatorio Licinio Refice di Frosinone.Fonda il suo progetto artistico nel 2015 sulle basi dell’energia e del groove, creando una miscela tra vari generi: funk, R&B, soul, blues, pop e rock, con accenni al rap. Lo stesso anno pubblica l’EP d’esordio omonimo, seguito nel 2017 dal primo album “Quess” e nei due anni successivi dai singoli “Narcolessia” e “Cafu”. A inizio 2020 inizia il lavoro sul suo secondo album, prodotto da Tommaso Colliva. In estate è l’opening act del live di Daniele Silvestri al Festival Suoni di Marca.
A dicembre dello stesso anno è uno dei 6 vincitori di Sanremo Giovani e ottiene l’accesso alla 71^ edizione del Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte.“Scopriti”, il brano che Folcast porterà sul palco dell’Ariston, è scritto e composto da lui stesso. Alla composizione hanno collaborato Tommaso Colliva (già vincitore di un Grammy per il suo lavoro con i Muse e produttore di numerosi artisti, tra cui Diodato e Ghemon), che ha curato anche la produzione artistica, e Raffaele Scogna. L’arrangiamento degli archi è a cura di Rodrigo D’Erasmo.


Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi