Il chitarrista degli Exodus ed Ex Slayer Gary Holt è stato recentemente intervistato da Billboard in merito al tour  “The Bay Strikes Back 2020” con TESTAMENT DEATH ANGEL dove gran parte dei membri della band e delle crew hanno contratto il coronavirus

Il batterista dei Death Angel Will Carroll è stato quello che ha avuto le conseguenze peggiori, venendo intubato due settimane attaccato a un respiratore in un’unità di terapia intensiva in un ospedale della California del Nord.

Puoi descrivere com’è stato essere in tour mentre il coronavirus si stava diffondendo in tutta Europa?

Il tour è stato fantastico, è stato folle e grandioso, ma se stavate seguendo quello che sta succedendo in Europa… stava diventando un focolaio del virus. Mentre iniziava ad avvicinarsi durante le ultime due settimane del tour, stavamo iniziando a innervosirci, quindi abbiamo annullato lo spettacolo di Milano… quindi siamo andati in Spagna. È stato fantastico e rinfrescante e abbiamo mangiato bene, ma si è scoperto che anche la Spagna era un focolaio del virus.

Hai avuto dei sintomi mentre eri in tour?

Sei in tour, quindi a qualsiasi sintomi simili al freddo si diventava paranoici. Sono salito sull’aereo stando bene e sono atterrato tossendo. Ho iniziato ad avere un po’ di tosse dopo due voli: da Monaco a Francoforte e da Francoforte a San Francisco.

Le persone descrivono il covid-19 come qualsiasi cosa, da nessun sintomo a un raffreddore, a una brutta influenza, alla peggiore influenza che tu abbia mai avuto. Com’è stato per te?

Ora sto bene, sono perfettamente tornato alla normalità, qualunque sia la norma, non ne ho idea. [ Ride ] Ma ero davvero malato. Sono stato uno dei fortunati, perché la mia versione di davvero malato era come davvero essere malato di influenza. Avevo la febbre, sudorazioni notturne e tosse. La cosa più diversa che alcune persone sperimentano è la perdita del senso dell’olfatto… Ho perso 16 chili. Non ci sono stati sintomi gravi…

Chi altri nel tour si è ammalato?

Will Carroll [il batterista] dei Death Angel è stato intubato per due settimane. Chuck Billy e sua moglie, Tiffany, che lavora per la band e il tecnico della chitarra, Kevin, che è mio amico da molto tempo, e il loro bassista, Steve DiGiorgio. Carlos, un’altra tecnico dei Testament, ma io sono l’unico degli Exodus che si è ammalato e che era sintomatico. C’erano altri della crew con sintomi che sono migliorati ma che non sono mai stati testati.

Ti senti come se fossi l’ultimo dei sopravvissuti?

Penso che sia stato probabilmente l’ultimo tour europeo di qualsiasi genere per molto tempo. Tutto dopo di noi è stato cancellato. Se avessimo avuto altri 10 spettacoli, sarebbero stati cancellati.

Avevate già programmi per l’anno successivo a questo tour?

Avevamo già programmato di lavorare su un nuovo album e avevamo prenotato per quest’estate. Ho zero fiducia e zero desiderio di farlo. … Penso che ognuno di loro verrà cancellato, incluso il festival in Kentucky dove dovevamo suonare che probabilmente non accadrà.

Sarà mai lo stesso? Riesci a immaginare i fan nella fossa tutti sudati nei tuoi spettacoli, in piedi uno sopra l’altro?

Temo che il pubblico starà lontano una volta dato il via libera. Ma scommetto che le persone saranno super eccitate di uscire di nuovo per gli spettacoli, ogni volta che lo si potrà fare. L’effetto sull’economia globale è negativo e siamo tutti nella stessa barca. Chissà quante di noi band saranno in grado di superare questo? Perché in questi giorni dipendiamo così tanto dalle entrate del tour e dalle vendite del merch. Stanno dicendo che potrebbe andare bene nel 2021 … Sono preoccupato, sai? Siamo tutti preoccupati.

 
redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi