2024 – Pure Noise Records

I Want To Disappear” è l’ultima aggiunta alla vasta discografia dei The Story So Far, ed è impressionante come la band rimanga costantemente sul pezzo dopo diversi album. Tuttavia, non dovrebbero essere classificati rigorosamente come una band pop punk; sono una parte determinante del pop punk dei primi anni 2010 e, insieme ai The Wonder Years, rappresentano un futuro promettente per questo genere. Nel corso degli anni, la band è cresciuta costantemente in popolarità, con innumerevoli fan che attendevano con ansia l’uscita del loro nuovo album. Il loro precedente lavoro, “Proper Dose” del 2018, ha mostrato una nuova sfaccettatura nella loro scrittura e la sua caratteristica orecchiabilità lo ha reso memorabile e toccante. Seguirlo è stato impegnativo, perché era quasi perfetto e sembrava che non ci fosse più molto da dire.

Il batterista Ryan Torf ha commentato l’album dicendo:

Abbiamo cercato di fare qualcosa con cui ci sentiamo in sintonia e che, si spera, piacerà anche ai nostri fan. Ma prima di tutto, è qualcosa di cui siamo orgogliosi e di cui ci sentiamo bene.

Questo nuovo album è un omaggio al defunto padre del cantante Parker Cannon. Le dieci tracce affrontano il dolore senza essere eccessivamente cupe. I temi della perdita e del dolore confondono linee concrete e metaforiche: le ceneri sono sparse, le vite sono influenzate e distrutte. La semplicità e l’ambiguità dei testi trasmettono efficacemente le emozioni. L’album si apre con All This Time, uno dei singoli pubblicati prima dell’uscita dell’album. I fan hanno già accolto con entusiasmo questa traccia, ma come prima canzone dell’album, ha un impatto ancora maggiore. La traccia racchiude l’essenza di The Story So Far. Nei primi due minuti e quarantanove secondi, viene mostrato tutto ciò che i fan amano della band e la voce distintiva di Parker Cannon è cruda ed emozionante, soprattutto nel ritornello. Lo slancio continua senza soluzione di continuità nella traccia successiva, Watch You Go. È un’altra canzone veloce e carica di emozioni che mette in risalto i talenti della band, in particolare la chitarra solista di Kevin Geyer e la batteria esperta di Torf, che detta il ritmo senza mai darsi pace.

Man mano che l’album procede, la band dimostra sempre di più perché i fan hanno imparato ad amarli così tanto. Momenti punk puri si fondono con i testi cupi e i cori incredibili di Cannon (Letterman e Big Blind), mentre altri pezzi includono outro dissociativi o riff reminiscenti (Nothing To Say e You’re Still in My Way). Nothing To Say, in particolare, si distingue come una potenziale prossima canzone preferita dai fan. Inizia con la batteria caotica ma bellissima di Torf, che genera un suono potente e veloce che farebbe impazzire chiunque. Il testo di Cannon fa salire di livello la traccia e, nell’ultima parte, la canzone cambia ritmo, stile e atmosfera, rendendolo un brano davvero degno di nota. In questo modo, la band riesce a raccontare una storia non solo attraverso i testi, ma anche attraverso la musica stessa. Sebbene l’album sia eccellente così com’è, a mio parere avrebbe potuto aspirare a qualcosa di più, senza ricadere troppo nella monotonia che si percepisce ascoltando tutte le canzoni consecutivamente. In ogni caso, non ci troviamo di fronte ad un disco completamente rock a tutto gas. Le ultime due tracce sono più lente, melodiche e in gran parte acustiche. White Shores ed il pezzo di chiusura, l’omonima I Want To Disappear, sono dei brani dolci e meravigliosi, che fanno riflettere su un album pieno di ritmo ed emozione.

Per concludere, data la lunga attesa per poter avere un nuovo album pop punk dei The Story So Far, forse ci aspettavamo qualcosa di un filo più esplosivo. Anche se non è il loro lavoro migliore, “I Want To Disappear” mette in mostra la crescita di Cannon come autore e ci fa sperare che un eventuale prossimo album sarà ancora più soddisfacente.

7/10

 

Tracklist:
01. All This Time
02. Watch You Go
03. Letterman
04. Jump The Gun
05. Big Blind
06. Nothing To Say
07. Keep You Around
08. You’re Still in My Way
09. White Shores
10. I Want To Disappear

Band:
Ryan Torf – batteria/tatiere
Kevin Geyer – chitarra/tastiere
Parker Cannon – voce
Will Levy – chitarra

Comments are closed.