Adrnaline Mob – Coverta

Elm City Music – Marzo 2013

Che la moda dei cd di cover sia un po’ inflazionata è una verità, ma altrettanto vero è che quando a proporre un prodotto simile è una all star band come gli Adrnaline Mob la curiosità è a mille.

Così a tenere viva l’attenzione sulla band, dopo l’ ottimo album d’esordio “Omertà“ ed in attesa di una nuova raccolta di pezzi originali ecco l’uscita di questo  8 track  EP “Coverta”  (che in dialetto veneto vuol dire coperta, ndr).

L’inizio è davvero travolgente con la splendida “High Wire” creatura  dei Badlands (di cui io custodisco gelosamente il vinile d’esordio) , band di altissimo calibro, personalità ed individualità, nata e sfortunatamente finita troppo presto. Il pezzo anche nella versione originale trasuda groove, sensualità potenza, richiamando a se tutti i canoni del mitico immortale hard rock anni ’70, rivive nel suo splendore anche in questa versione. Qui, la voce del poliedrico Rusell Allen fa la parte da leone facendo intendere a tutti che questa musica, questo sound, per chi come lui ha il dono della voce è una manna, un mantra, fonte assoluta di espressione. Segue “Stand Up” di Ronnie James Dio che in questa versione a dire il vero non aggiunge (nè toglie) nulla di nuovo alle versioni cover già molte volte edite.

Davvero bella nell’esecuzione, originale nella scelta ed inaspettata arriva “Break on Through” dei Doors.  La versione è veramente cool, il gran ritmo impresso dal maestro Mike Portnoy è trascinante e deciso. Davvero impressionante la prova vocale di Allen che tocca le profondità emotive del grande Jim Morrison. 10 & Lode.

Scavando negli archivi di band culto da coverizzare ecco arrivare uno dei migliori pezzi dei Van Halen tratto dal grandissimo “Women and Children First”, ovvero “Romeo Delight”.  La pur ottima prova degli Adrenaline  non fa però altro che dimostrare invero, che alle volte è davvero impossibile superare i maestri. La voce di David Lee Roth è impossibile da imitare ed impossibile da riproporre è il suo personalissimo timbro. Come del resto troppo identificabile e definito è il drumming di Alex Van Halen. Qui, spiacente, ma hanno fatto cilecca. Discorso inverso per la potentissima “Barracuda” delle Heart, che diventa una cavalcata metallica con Allen che imposta il cantato come se fosse un pezzo dei Symphony X. Bella e potente. Questo è il bello delle cover, ridare nuova linfa a grandi pezzi del passato.

Ahiahiahiahi… “Kill The King” … ahiahiahiahi gran caduta dei nostri.  Lontani anni luce dalla cover di Jorn (che invero sembra essersi impossessato da anni dell’anima del mitico Dio) e anche dall’ originale. Suona spenta, svogliata e inutile. Peccato dato che si tratta di uno dei più importanti e trascinanti pezzi metal di tutti i tempi. Per “The Lemon Song” dei Led Zeppelin, vale un po’ il discorso iniziale. Questa musica, questo sound, per maestri come gli Adrenaline Mob è terreno fertile dove fare esaltare le doti singole. Il pezzo è suonato ed interpretato in maniera assolutamente perfetta. Ultimo pezzo proposto, “The Mob Rules” è ancora una volta un Dio song (mi sa che Dio, nelle sue mille incarnazioni musicali – Rainbow, Ronnie Ja,es Dio Band o Black Sabbath è in assoluto l’artista più coverizzato del panorama hard & heavy). Anche questo pezzo però, non regala nulla di più di quanto già detto e anche meglio da altri artisti.

TOP & FLOP:  In questo caso top & flop coincidono con la natura stessa di questi progetti. Ovvero, TOP è sentire grandi pezzi rivisitati, lustrati a nuovo, ri-arrangiati, con migliori produzioni, suoni moderni, strumentisti più capaci, in grado dunque di ridare vita a prodotti già validi ma un po’ sbiaditi dal tempo.

FLOP è che troppo spesso le pur assolute capacità individuali e/o del collettivo di una band, non bastino ad emulare o tanto meno a superare, l’originale. Oltre a ciò, scendendo nel dettaglio fa anche un po’ di tristezza doversi entusiasmare quasi sempre e solo con pezzi già editi e non con le produzioni nuove ed originali.

Anche in questo caso il nostro Long Live Rock’n’Roll calza a pennello!!

adrenalinemob.com

Tracklist:
1. High Wire (Badlands cover)
2. Stand Up and Shout (Dio cover)
3. Break on Through (The Doors cover)
4. Romeo Delight (Van Halen cover)
5. Barracuda (Heart cover)
6. Kill the King (Rainbow cover)
7. The Lemon Song (Led Zeppelin cover)
8. The Mob Rules (Black Sabbath cover)

Band:
Russell Allen – voce
Mike Orlando – chitarra
John Moyer – basso
Mike Portnoy – batteria

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com