Etichetta: Roadrunner
Marzo 2010

Ritorna il fenomeno Airbourne con il suo lavoro dal titolo “No Guts. No Glory.”, album che ricalca in pieno quanto proposto nel precedente e fortunatissimo “Runnin’ Wild” che ha permsesso alla band australiana di emergere ed essere conosciuta in tutto il mondo. Freschezza, tono, giovane età e tanti riff coinvolgenti sono presenti anche in questo secondo album che ripercorre perfettamente il percorso musicale iniziato… stile vincente non si cambia…

“No Guts. No Glory.” è un album molto saltellante con delle song che ti rimangono nelle orecchie immediatamente. Ogni brano, infatti, sembra avere quell’alchimia incredibile, quella scintilla, quella miccia che una volta accesa brucia avidamente fino all’esplosione finale ed è impossibile non rimanere contagiati da riff come in “Born to Kill”, “No Way But the Hard Way”, “Blonde, Bad and Beautiful” e “Raise the Flag”, in ordine i primi quattro brani dell’album. Eppure gli Airbourne non propongono niente di nuovo, non c’è niente di originale, anzi è troppo semplice capire da chi abbiano tratto ispirazione; tuttavia hanno un seguito di pubblico incredibile, un contratto con un’etichetta con i controfiocchi e dei riscontri impressionanti… Quale sarà il segreto di questo quartetto? Sicuramente il carico energetico che hanno i quattro (e ce ne siamo resi conto la scorsa settimana quando li abbiamo visti dal vivo per l’ennesima volta in Italia), sicuramente la giovane età, sicuramente la capacità di creare delle belle miscele rock’n’roll e l’abilità di rendere qualsiasi brano in potenziale singolo, orecchiabile, shakerabile e festaiolo… In questo gli Airborune sono davvero bravi. “No Guts. No Glory.” è un album semplice e spiritoso e oramai proietta gli Airbourne nell’olimpo dei grandi del rock’n’roll. Qualche malpensante aveva previsto un flop della band poichè ripetere “Runnin’ Wild” non sarebbe più stato possibile; invece ecco gli Airbourne tirar fuori dal cilindro 13 brani (più altri cinque nell’edizione limitata) perfettamente calzanti allo stile della band…

Mi sembra superfluo ed inutile parlare di ciascun brano poichè sono tutti trascinanti ed esplosivi e quindi dovrei trascriverli tutti e non ho proprio voglia e nè tantomeno saprei indicare il mio favorito o i miei favoriti, allora tantovale leggere la tracklist del disco…

“No Guts. No Glory.”, bell’album divertente… e ovviamente consigliatissimo…

www.airbournerock.com

Tracklist:

1. Born to Kill
2. No Way But the Hard Way
3. Blonde, Bad and Beautiful
4. Raise the Flag
5. Bottom of the Well
6. White Line Fever
7. It Ain’t Over Till It’s Over
8. Steel Town
9. Chewin’ the Fat
10. Get Busy Livin’
11. Armed and Dangerous
12. Overdrive
13. Back on the Bottle
14. Loaded Gun (bonus)
15. My Dynamite Will Blow You Sky High (and Get Ya Moanin’ After Midnight) (bonus)
16. Rattle Your Bones (bonus)
17. Kickin’ It Old School (bonus)
18. Devil’s Child (bonus)

Band:

Joel O’Keeffe – voce, chitarra
David Roads – chitarra
Justin Street – basso
Ryan O’Keeffe – batteria

Avatar
Author

Born to Lose, Live to Win | Rock'n'Roll is my life, so... long live rock'n'roll !!!

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi