Domani sera sabato 11 marzo al LaClaque di Genova I Burn The Ocean presenteranno il nuovo album Modern Ruins uscito il 24 febbraio per Argonauta Records.

Sul palco in apertura i GOTHO, duo math/progressive rock italiano che hanno pubblicato il debut-album “Mindbowling” a ottobre.

 

BURN THE OCEAN + GOTHO
11 marzo 2023

LaClaque – Vico di S. Donato 9, Genova
Ingresso €10
Evento FB

Burn The Ocean è una band nata nel 2014 come conseguenza allo scioglimento di due realtà importanti e diametralmente opposte della scena genovese: 2 Novembre (Rock/Stoner) e Nerve (Melodic Death Metal), attive nel panorama nazionale e internazionale da più di un decennio. Fabio Palombi (voce di Nerve, Ritual of Rebirth e proprietario del Blackwave Studio) e Emanuele “Shuster” Pecollo (2Novembre, Volumi Criminali) iniziano quindi un lungo percorso di ricerca musicale con l’obiettivo di fondere l’aggressività del linguaggio Metal ai toni dinamici del Rock/ Stoner coadiuvati da una solida sezione ritmica composta da Valentina e Davide Di Maggio, compagni di viaggio di lunga data di Shuster nei 2Novembre.

Trovando come forte punto d’incontro tra le due realtà l’amore incondizionato per il rock anni 90 nasce Come Clean, il primo album, che viene pubblicato e distribuito da Sliptrick Records nel 2015. Segue un’intensa attività live in Italia e un breve tour nei paesi dell’est nel 2017. In un continuo sforzo di consolidare un sound autentico e personale la band si chiude nel Blackwave Studio, per produrre 2 nuovi EP, registrati totalmente in presa diretta e pubblicati nel corso del 2018 come autoproduzione : Zeit e Perspective. A seguito della pubblicazione, Valentina Di Maggio, decide di allontanarsi dalla band. Al suo posto entra in formazione Massimo “Kabuto” Repetto, noto bassista genovese già in forze ai Ghandi’s Gunn (ora Isaak) che da tempo si era allontanato dalla scena per dedicarsi alla sua attività di designer e illustratore. L’arrivo della pandemia lascia però subito il segno e la band perde anche Davide Di Maggio.

Sostituire in toto il motore ritmico della band si rivela un percorso lungo, ma nel corso del 2020 la band consolida la nuova formazione con l’ingresso di un veterano della scena genovese: Chris Parisi (Zorn, Athlantis, Raza de Ódio, Cadaveria). Nel corso dell’estate 2022 la band ha registrato al Blackwave Studio un nuovo album che vedrà la luce a Febbraio 2023 per Argonauta Records.

 

Il nuovo album risponde al nome di “Modern Ruins” ed è stato registrato e mixato da Fabio Palombi al Blackwave Studio e masterizzato dal guru Giovanni Versari (Muse). Modern Ruins è un album rock molto solido, pensato e scritto per funzionare come un collegamento spazio-temporale tra il rock moderno e quello alternativo o grunge degli anni 90.

 

Avatar
Author

Comments are closed.