Courtney Love ha attaccato duramente il leader dei Foo Fighters ed ex batterista dei Nirvana, Dave Grohl, e Trent Reznor dei Nine Inch Nails denunciando le accuse terribili che avrebbe ricevuto.

I video incriminati

In un post condiviso sul suo account Instagram ieri, 13 giugno, (vedi lo screenshot sotto), ha incluso estratti di alcuni videoclip musicali dei Foo Fighters e dei Nine Inch Nails affermando che erano velatamente indirizzati contro di lei.

I video incriminati sono “I’ll Stick Around“, dei Foo Fighters, e “Starfuckers Inc.“, dei Nine Inch Nails.

Nel primo, l’idea della band era di usare una bambola gonfiabile per rappresentare Courtney Love come metafora del testo che portava il rancore di Grohl nel suo punto di vista personale sulla vicenda di Cobain:

How could it be I’m the only one who sees your rehearsed insanity
I still refuse all the methods you’ve abused

I don’t owe you anything
I’ll stick around and learn from all that came from it

 Dave ha poi confermato nella sua biografia che i testi erano contro Courtney, dicendo che “non era un segreto” e che le persone avrebbero dovuto “leggere solo le fottute parole” per capire cosa intendesse.

In “Starfuckers Inc.” Reznor critica le persone che cercano la fama ad ogni costo, e il video della traccia – diretto da Marilyn Manson – usa una versione beffarda e ridicolizzata di Courtney in situazioni umilianti per illustrare questa cosa.

 
Le accuse sui diritti dei Nirvana 

La Love ha poi denunciato situazioni di abuso che ha subito per essere stata accusata dai fan della morte del marito Kurt Cobain e ha persino commentato che Grohl l’avrebbe usata a suo favore, affermando che intende tentare di invalidare un precedente accordo sulle royalties e ai profitti generati dai Nirvana.

La Love afferma che le royalties dei Nirvana dovrebbero appartenere a lei e ai suoi discendenti.

Nel 2019 la LoveGrohl e Frances Bean Cobain avevano intrapreso una battaglia legale contro Marc Jacobs per una disputa sul marchio riguardante il logo dello smile dei Nirvana.

 

Le accuse a Trent Reznor di abusi 

Poi l’ex cantante delle Hole, riconoscendo il talento di Trent Reznor, ha scritto che lui e il suo team hanno commesso abusi contro “bambine e ragazze di 12 anni“. 

Il testo del messaggio:

Ecco alcune risposte per alcune mega aggressioni con cui ho dovuto affrontare, sminuirmi, fermare processi che erano nel mio diritto (‘non siamo zerbini’ il mio padrino [chi l’aiuta contro le dipendenze] mi cita sempre) a causa del privilegio maschile in tutta la sua perversa tossicità. Quando a Sharon Stone è stato chiesto se avesse [accuse riferite al] #MeToo, si è messa a ridere. Ne abbiamo solo una, giusto?

Ne ho abbastanza di questo [emoji cacca] di questi pagliacci che si affidano a me come capro espiatorio per respirare, per la morte di mio marito, per la mia sessualità “esagerata”, perché sono una tossicodipendente, ecc., e una DONNA, da oltre 27 anni.

3 mesi prima di lasciare Los Angeles, ho firmato un documento che dà effettivamente a Dave [Grohl] (e Krist [Novoselic]) i soldi dei miei discendenti per sempre. Ero così a pezzi. Così ferita, così esausta da lui, e ho firmato questa merda. Ma è una bugia. Quindi ritiro la mia sottoscrizione. Perché non ha senso. Il caos e la furia per la morte di Kurt erano diretti a me, deviati da Dave, mentre diventava ricco e continua a diventare ricco, rimpinzandosi della fortuna di Kurt e della benevolenza di Kurt. 27! Anni!!! Ne ho avuto abbastanza. Sono stufa di averne poco. Ed essere “costretto” a “metterlo da parte” quando riguarda tutte le generazioni dei miei discendenti. Il tipo più figo del Rock? No.

Almeno su Reznor? LUI è talentuoso ma è ancora disgustoso. Non ho mai visto così tanti abusi sistemici di bambini, ragazze fino a 12 anni, da parte di lui e del suo team, tutti noi (membri di Hole) ne abbiamo assistito. Quindi, anche se questi due stronzi non sono i miei #MeToo perché sto accantonando il mio unico (perché ne abbiamo solo 1), ci si avvicinano molto.

#fuckoff @treznor @nineinchnails @foofighter spero davvero che il mio esempio di resistere a loro, di porre fine a loro, impedirà a qualsiasi altra donna (o uomo) di questo livello di abuso personale e culturale sconvolgente in futuro. Sessualmente, spiritualmente, finanziariamente.. #MeToo #Me3 #Me88 etc etc fino alla nausea. [emoji di cacca e emoji di mani in preghiera] #blessed? Sì di respirare abbastanza a lungo per raccontare la storia. Lo sto infilando il più possibile in ogni canzone. Nam myoho renge kyo. “Non siamo zerbini”.

Al momento della pubblicazione di questo articolo, nessuna delle parti citate da Courtney ha commentato le accuse

Courtney ha poi cancellato il post dal suo account. 

 

 

 

screenshot instagram Courtney Love

 

 

Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi