Il tour della Dave Matthews Band fa tappa al Mandela Forum di Firenze sabato 20 aprile 2024 per il secondo e ultimo show italiano, dopo la data di Milano al Forum di Assago.

Sono passati 5 anni da quando il gruppo statunitense non calcava i palchi italiani regalando allora, come adesso, forti emozioni e tantissima energia distribuita in circa tre ore di concerto, confermando le aspettative delle loro performance dal vivo, sempre molto lunghe.

Il concerto, infatti, inizia alle 20.00, proprio per dare spazio alle jam che sono soliti eseguire ogni volta alla fine dei brani, in un Mandela Forum gremito di persone, molte di origine anglofona. Firenze, infatti, in questo periodo pullula di turisti, molti dei quali americani, e quale miglior occasione per poter ascoltare una band che ha moltissimo seguito negli USA, anche qui nello splendido capoluogo toscano.


La DMB, come annunciato, sale sul palco tutta insieme, e dopo il silenzioso battere il tempo in 4 del piede di Dave, ecco che le note di “When the World Ends”, riempiono il Forum assieme al boato della folla.

The Stone” segue rapida nella scaletta, il pezzo mette in risalto la straordinaria abilità di Jeff Coffin al sax, che nel finale del brano accenna anche “Can’t Help Falling in Love” di Elvis seguito dal pubblico che la canta insieme.

Cambio di chitarra per Dave, ma la sostanza non cambia quando inizia a suonare “Idea Of You” e l’articolata “Seven”, abilmente gestita dalla sempre magistrale performance del fenomenale drummer Carter Beauford.


La DMB ha ormai ampiamente terminato il warm up, con loro anche il pubblico è già abbondantemente carico. In molti, dagli spalti e dal parterre, invocano le loro canzoni preferite. Ma Dave ironizza replicando al microfono: “…non riesco a sentirvi…”, sorridendo e proseguendo con il suo live. “41”, “The Ocean and The Butterfly” tratta dall’ultimo album “Walk Around the Moon” del 2023 e “Madman’s Eyes”, vengono inanellate una dopo l’altra e arricchite dai continui fraseggi della band che fa sembrare semplici, anche composizioni più complesse, d’altronde sono tutti dei virtuosi musicisti, pur sembrando così genuini e spontanei.

Tra un brano e l’altro, qualcuno dal pubblico ha sollevato qualche cartello con gli immancabili messaggi d’affetto verso i propri beniamini, uno di questi stasera ha superato tutti in ingegno, mostrandone uno con le parole formate da piccoli led luminosi che è stato ovviamente notato da Dave che ha esclamato:

“…It’s Christmas Time!”

scusandosi, però, subito dopo, perché non riusciva a leggere cosa ci fosse scritto.
Si toccano momenti emozionanti quando arriviamo al brano “So Damn Lucky”, infatti, sul finale viene improvvisata una jam tra il tastierista Arthur Strong ed il pubblico che ripete il chorus, come in un gospel, mentre Dave, si gode la scena ballando al centro del palco.


E ancora la toccante ballad, “The Space Between”, lascia spazio ad un’altra canzone molto gradita dai fan, “Dancing Nancies”, fino ad arrivare ad un altro momento di grande intensità musicale con il pezzo “Ants Marching” che ci porta alla pausa dopo due ore filate di concerto.

Riapre Dave solo, chitarra e voce, eseguendo il brano “Some Devil” per poi essere raggiunto da tutti gli altri, che lo accompagnano in “Two Step”, in un incessante finale in crescendo.

Un live della Dave Matthews Band è un’esperienza unica ed indimenticabile, la band mescola abilmente rock, jazz e influenze dalla world music, con passione e disinvoltura riuscendo sempre a connettersi con il pubblico.

Lucilla Sicignano

Setlist:

1. When the World Ends
2. The Stone
3. Idea of You
4. Seven
5. #41
6. The Ocean and The Butterfly
7. Madman’s Eyes
8. The best of What’s Around
9. Monsters
10. Grace is Gone
11. Spaceman
12. So Damn Lucky/Thank You
13. Busted Stuff
14. The Space Between
15. Dancing Nancies
16. Everyday
17. Ants Marching

Encore:

18. Some Devil
19. Pantala Naga Pampa
20. Two Step

Avatar
Author

Comments are closed.