Reduci dal #70000tons Cruise, sono sbarcati anche a Genova i Deathless Legacy, col loro carosello di vampiri, non morti e succubi. Portano sul palco il loro ultimo album e lo sbattono in faccia ad una platea entusiasta che tra uno schizzo di sangue e l’altro si lascia trascinare per tutto il concerto.
Ad aprire la serata e scaldare i presenti ci pensano Julia and the Roofers, trio Genovese con le loro sonorità Doom e i brani del loro EP, Killed by Fate.
A seguire i Carved con il loro Death/Epic metal per portare la sala alla temperatura giusta, con i pezzi del loro nuovo lavoro, Ares.

Foto di Daniel Wells

 

Julia and  The Roofers
Julia (Moladori Giulia) si affaccia al mondo musicale nel 2010 militando in diverse rock band del
levante ligure come cantante e seconda chitarra. Dopo un lungo periodo di sperimentazioni e studio
entra come voce principale negli “Hermits” tributo ai Led Zeppelin, esperienza che la terrà impegnata per un lungo periodo. Terminato il progetto e desiderosa di ampliare le proprie prospettive, incontra Peso (Marco Pesenti) e Ranza (Emilio Ranzoni) che le propongono di formare un trio cover in acustico.
Nel 2018 nascono così i Julia and The Roofers, gruppo nato con l’intento di riarrangiare brani simbolo della storia del rock con l’ausilio di strumentazione particolare quali l’uso delle percussioni e del sitar.
Dopo un anno passato in giro a suonare, complice il periodo forzato di lockdown, il gruppo decide di dedicarsi alla stesura del loro primo lavoro inedito. Nasce così “The will of Evil”, uscito ufficialmente a gennaio 2021 per Diamond Prod., progetto fortemente influenzato dal sound delle band della Seattle anni ’90 nonché dall’approccio arrabbiato tipico dei gruppi riot girrrl (Alice in Chains, Nirvana, Hole, Babes in Toyland). “The Will Of Evil” è stato registrato e masterizzato da Pier Gonella presso MusicArt Studio. Nel suonare i pezzi del disco in sala prove (a causa della situazione pandemica i brani di “The Will Of Evil” non erano mai stati suonati dal vivo se non dopo l’uscita del disco)il trio inizia a sviluppare un sound più marcato e pesante, spostando le proprie influenze su un ambito più doom metal.
Spronati da questa nuova direzione, a gennaio 2022 il gruppo ritorna presso i MusicArt Studio e, con l’ausilio di Pier Gonella, inizia a lavorare su un nuovo EP volto a testimoniare il cambio di rotta della band. “Killed By Fate” vedrà la luce a settembre 2022 in collaborazione con la Wine & Fog
Productions. La formazione attuale comprende JULIA- voce e basso; RANZA- chitarra, sitar e tastiere; PESO batteria.

 

Carved
Era il 2007 quando la band apuana Carved ha iniziato a forgiare le prime lastre di memoria, intagliando la propria strada verso un percorso lastricato di fatiche ed emozioni.
Dopo tre Death oriented full-lengths “Dies Irae”, “Kyrie Eleison” e “Thanathos”, ed un’intensa promozione live di Truck me Hard, che ha permesso alla band di condividere palchi con mostri sacri del genere come Amon Amarth, Moonspell, Skyforger, Novembre, Vader, Necrodeath, Death to All, Eluveitie e Slayer in tutta Europa, questo viaggio aveva assolutamente bisogno di un nuovo capitolo.
Composto durante il 2020, in collaborazione con Freecom Hub, nel novembre del 2022 esce ARES, nuovo concept album, interamente realizzato presso i Domination Studio di Simone Mularoni;
con la preziosa presenza della nuova cantante Laura Ginevra Tonarelli e la collaborazione del nuovo direttore orchestrale e compositore Alessandro Golfieri. Come in ogni album della band ligure-toscana, Ares vede la presenza di illustri ospiti: Simone Mularoni stesso, Gianluca Cagnoli e Olaf Thorsen.
In fase di preparazione al lancio del nuovo lavoro, nell’agosto del 2022 la band parte in direzione Regno Unito, per un tour in supporto agli americani Edge of Paradise e agli italiani Temperance.
I Carved sono pronti a tracciare un nuovo importante capitolo del proprio percorso.

 

Deathless Legacy
I Deathless Legacy si presentano come una band mostruosa sia in studio, che a chi si trova ad assistere a un loro show. Una female fronted band grottesca, che propone uno scioccante occult horror metal, indossando i costumi e impersonando i propri alter ego.
I Deathless Legacy amalgamano soluzioni sinfoniche potenti a un cantato deciso e instancabile, per esaltare i temi più oscuri dell’occulto e dell’orrore. Fondati nel 2006 dalla cantante Steva (Eleonora Vaiana) e dal batterista Frater Orion (Andrea Falaschi), la band si è sempre concentrata sull’offrire al pubblico spettacoli clamorosi, proponendo performances teatrali ricche di pathos. Nel 2014, Alessio Lucatti (Vision Divine, Angra, Etherna) si è unito alla band e nel 2015 i Deathless Legacy hanno vinto la Wacken Metal Battle Italiana. Nell’agosto dello stesso anno, la band ha portato il proprio show al Wacken Open Air. A gennaio 2023, i Deathless Legacy sono volati a Miami per portare il loro show nelle acque dei Caraibi, in occasione del 70000tons of Metal.
I Deathless Legacy hanno all’attivo sei album: Rise From the Grave (2014), The Gathering (2016), Dance With Devils (2017), Rituals of Black Magic (2018), Saturnalia (2020) e Mater Larvarum (2022).

 

 

 

 

Avatar
Author

Comments are closed.