Reprise Records – 2022

Uscito nel novembre 2022, e a distanza di quattro anni dal precedente “Evolution“, “Divisive” è l’ottavo album della band capitanata dal carismatico David Draiman. Una band che ha avuto un successo planetario e che tutti o quasi conoscono per due canzoni programmatissime dalle principali radio rock del pianeta: “Down With the Sickness” e la loro fortunatissima cover del classicone di Simon and Garfunkel, “The Sound of Silence”.

Fin dalla copertina, che rievoca talune precedenti a questo lavoro, sappiamo dove vuole parare la band. Non vuole stravolgersi, anzi regala ai propri fans dieci pezzi ,assolutamente manifesto riconoscitivo di tutto quello che la band ha prodotto in precedenza. Un lavoro che sarà certamente apprezzatissimo da coloro che hanno consumato il primo storico “The Sickness” e anche “Believe”.
I due primi lavori della band e questo lavoro aggiunge certamente diversa benzina al fuoco che infiammerà i fan dei Disturbed nel tour di supporto “Divisive”
.
Sull’album ‘Divisive’ Draiman dice: 

“La guerra tribale di parte è ormai diventata parte integrante della nostra esistenza. È una grande battaglia tra cricche. L’idea dell’album è quella di essere una sorta di campanello d’allarme per tutti. La nostra società è diventata dipendente dall’offesa. La musica è la miglior cura a ciò che ci affligge. Se solo tutti la ascoltassero. Non c’è luogo migliore per dimenticare tutta questa merda che dove c’è musica dal vivo. Possiamo stare insieme e renderci conto che abbiamo più cose in comune che no. Cerchiamo di capire ciò che sta accadendo e facciamo un cambiamento in meglio”.

 Donegan aggiunge:

“A prescindere da tutto, dobbiamo fare fronte comune. Abbiamo sempre cercato di prendere argomenti negativi e di metterli in una luce positiva. Andando in tour in tutto il mondo, abbiamo visto il potere della musica come linguaggio universale per unire tutti i popoli. Possiamo ancora suonare canzoni che uniscono le persone, ed è una sensazione molto potente”.

Il lavoro è stato prodotto dalla band insieme al produttore Drew Fulk [Motionless In White, Lil Peep, Highly Suspect] a Nashville. Il chitarrista Dan Donegan ha preparato i riffs cardine per questo lavoro e li ha condivisi con la band.

Dopo l’uscita del singolo “Hey You” nel luglio 2022, la band ha pure attirato l’attenzione di altri ascoltatori, visto che il singolo ha avuto un enorme successo. Una canzone che oltre ad essere carica al punto giusto, ti colpisce con il suo testo:

“Hey tu, non ne hai abbastanza di sentirti incazzato ed emarginato? Stai impazzendo? Hai finito di subire? Non è facile trovare la pace interiore“.

Bad Man” il secondo pezzo è invece uno dei più cattivi scritti dalla band, con riff che ti colpiscono incessantemente ai fianchi . I Disturbed si amano o si odiano. Non ci sono vie di mezzo e la voce di Draiman è riconoscibilissima tra una marea di cantanti nu metal, genere a cui la band è legata a doppio filo.

Un piccolo rallentamento dopo la selvaggia “Unstoppable“, canzone che posso associare certamente a qualche wrestlers professionista, arriva con “Love to Hate“. Midtempo che inizialmente sembra lento e poi continua come sempre a scuoterti con la chitarra di Donegan e la batteria di Wrengen che sono “on fire”.

The Guy“, la mascotte della band è presente ancora sulla copertina dell’album e ormai i fans sono affezionatissimi a questa figura.
Per la prima volta nella lunga storia dell’album, c’è un’ospite da Novanta presente nella splendida ed eterea ballad “Don’t Tell Me“: Ann Wilson delle Heart.

Ad un certo punto però il tipico sound grintoso della band riappare inesorabile. In sostanza, questo è un lavoro più cattivo del precedente “Evolution” ed in alcuni tratti piuttosto debole e con l’occhio troppo rivolto al mainstream.

Lavoro che si chiude con uno dei pezzi più belli di questo cd, vale a dire “Won’t Back Down“.

Non ci sono pezzi suonati alla velocità della luce, ci sono pochi momenti di tranquillità e sostanzialmente la band continua a suonare non stravolgendo le sue coordinate sonore.
Un lavoro che non penso farà conquistare una marea di fan nuovi alla band, ma che neanche li farà perdere.


Tracklist

1. Hey You
2. Bad Man
3. Divisive
4. Unstoppable
5. Love to Hate
6. Feeding the Fire
7. Don’t Tell Me
8. Take Back Your Life
9. Part of Me
10. Won’t Back Down

Band
David Draiman (Voce)
Dan Donegan (Chitarra, Tastiere, Programming, Cori)
John Moyer (Basso, Cori)
Mike Wengren (Batteria, Cori)

Ospiti:
Ann Wilson (Voce su traccia 7)

Avatar
Author

Write A Comment