comunicato stampa

La band di Nottingham per la prima volta in Italia con ‘Snake Sideways‘, il nuovo album pubblicato a fine giugno ed ampiamente accolto dalla critica musicale.

Il frontman dei Do Nothing, Chris Bailey, aveva grandi ambizioni per il loro primo album e già nelle prime interviste sottolineava l’importanza di evolversi. Questo desiderio di cambiamento, unito al periodo della pandemia che ha colpito le prime fasi della scrittura, ha sollevato più domande che risposte per il cantante e principale autore. La sensazione che ne è derivata è stata quella di un balbettio creativo, una disconnessione tra l’intenzione e il prodotto finale. 

‘Snake Sideways‘ è attraversato da un messaggio di speranza ed accettazione. Non ci sono slogan di auto-aiuto ma la sensazione che la perseveranza ed un po’ di gentilezza possano fare la differenza. L’album, nelle sue dieci tracce, si interroga sui concetti di legare l’identità ad una vocazione, la sensazione di deludere gli altri, la precarietà dei sogni e l’ineluttabile prigione dell’autocritica.

Musicalmente, ‘Snake Sideways’ mostra Do Nothing con un sound più definito, complice anche il produttore Andy Savours (My Bloody Valentine, Sorry, Black Country New Road) che porta la band tra estri stilistici e liriche stravaganti che si alternano al post-punk inglese.

Do Nothing sono quattro elementi di Nottingham. La band è composta da Chris Bailey (voce), Kasper Sandstrom (chitarra=, Charles Howarth (basso) ed Andrew Harrison (batteria). Il loro sound si divide tra art-rock di stampa Roxy e new-wave dei dischi Ze/Celluloid. Le canzoni dei Do Nothing sono caratterizzate dall’acerbo lirismo del cantante, dove ogni brano sembra un dramma psicologico a sé stante. 

Dopo essersi conosciuti durante l’infanzia, i Do Nothing hanno iniziato a fare musica da adolescenti. Un paio di ep, ‘Zero Dollar Bill’ del 2020 e ‘Glueland‘ del 2021 portarono la band ra le nuove realtà britanniche raggruppate sotto il cappello del post-punk. 

‘Snake Sideways‘ riporta Do Nothing con i piedi per terra, un segno del legame decennale della band, un percorso accidentato che trova il quartetto finalmente in pace con le proprie imperfezioni.

Dal vivo non devono dimostrare niente a nessuno, alternando momenti ringhiosi ad abilità chitarristiche altamente energetiche. Per la prima volta in Italia, la band è pronta a conquistare il pubblico italiano con tre imperdibili appuntamenti a Milano (9 novembre), Bologna (10 novembre) e Fontanafredda (11 novembre).

PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA,
L’ENERGIA POST-PUNK DEI DO NOTHING
IN CONCERTO PER TRE APPUNTAMENTI QUESTA SETTIMANA

GIOVEDI’ 9 NOVEMBRE
MILANO – ARCI BIKO
Via Ettore Ponti, 40
apertura porte ore 20.00 – inizio concerto ore 21.00
ingresso riservato ai possessori di tessera ARCI
prezzo del biglietto: 15 Euro + prevendita
prevendite attive su Ticketone, Ticketmaster e DICE.fm

VENERDI’ 10 NOVEMBRE
BOLOGNA – COVO CLUB
Viale Zagabria, 1
apertura porte ore 20.00 – inizio concerto ore 21.00
ingresso riservato ai possessori di tessera HOVOC 22/23
prezzo del biglietto: 12 Euro + prevendita
prevendite attive su Ticketmaster e DICE.fm

SABATO 11 NOVEMBRE
FONTANAFREDDA (PN) – ASTRO CLUB
Via G. Puccini, 141
apertura porte ore 20.00 – inizio concerto ore 21.00
ingresso riservato ai possessori di tessera Feder-Italia
prezzo del biglietto: 12 Euro + prevendita
prevendite attive su Ticketone

Avatar
Author

Comments are closed.