Un mese dopo che i Flaming Lips sono stati costretti a posticipare i loro “Space Bubble Concerts“, la band ha suonato un paio di concerti nella loro nativa Oklahoma City questo fine settimana, dove sia loro che il pubblico sono stati messi dentro singole bolle gonfiabili.

Il frontman Wayne Coyne ha condiviso su Instagram le riprese del concerto di venerdì al The Criterion di Oklahoma City, con la band che si esibisce socialmente distanziato e protetto in queste giganti bolle.

L’esperimento era già avvenuto questa estate, ospiti del programma televisivo “The Late Show” di Stephen Colbert, hanno eseguito “Race for the Prize

Ad un certo punto durante lo spettacolo, Coyne ha messo un palloncino gigante con la scritta “Fanculo COVID-19“.

Gli “Space Bubble Concerts” erano originariamente programmati per dicembre, ma il numero crescente di casi di coronavirus nell’area metropolitana dell’Oklahoma ha costretto i Flaming Lips a posticipare gli spettacoli al 22 e 23 gennaio.

“Raccogliamo tutti e poi li portiamo fila per fila alle loro bolle”,

aveva detto Coyne a Rolling Stone a dicembre.

“ci vogliono 20 minuti per mettere dentro la gente nella bolla.

Una volta che sei nella bolla puoi fare quello che cazzo vuoi, e questo è il bello. “

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Wayne Coyne (@waynecoyne5)

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Wayne Coyne (@waynecoyne5)

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Wayne Coyne (@waynecoyne5)

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi