Dopo un concerto a Mosca, Till Lindemann (57) ha avuto polmonite e febbre alta, ed è stato immediatamente portato in ospedale da un medico di emergenza con diagnosi di positività  al coronavirus.

Si dice che il frontman dei Rammstein fosse persino a rischio di morte, come riportato dal quotidiano BILD. Secondo il giornale, il cantante dei Rammstein è stato messo in quarantena in un’unità  di terapia intensiva in un ospedale di Berlino. Tuttavia, mostra segni di ripresa.

 Till Lindemann aveva provato a difendersi dalla minaccia di infezione da coronavirus in un modo insolito al concerto del suo progetto al concerto di Mosca. Il musicista tedesco si era infatti esibito insieme a Peter Tà¤gtgren in una mega di bolla di plastica. Il video dell’evento era stato pubblicato dagli utenti dei social network.

AGGIORNAMENTO

Alcune fonti vicino al cantante dicono che il tampone al coronavirus sia negativo ma ricoverato comunque per polmonite

 

Avatar
Author

Write A Comment