comunicato stampa

TRA GLI APPUNTAMENTI ESTIVI ITALIANI DI RILIEVO, NEL CORSO DEGLI ANNI SI E’AGGIUDICATO IL RICONOSCIMENTO DI BOUTIQUE FESTIVAL.

TORNA PER LA SUA 19° EDIZIONE, IN PROGRAMMA DAL 4 AL 7 LUGLIO NELLA BELLISSIMA CORNICE DI PIAZZA CASTELLO A SESTO AL REGHENA (PN) SEXTO’NPLUGGED FESTIVAL Sesto al Reghena (PN) Piazza Castello

PRIMI NOMI ANNUNCIATI: SLOWDIVE, BDRMM, TONY ANN
more to be announced!

inizio concerti ore 21.00

biglietti in vendita dalle ore 11 di giovedì 14 marzo sui circuiti Ticketone e Ticketmaster (online e offline) early bird in vendita dalle ore 11 di giovedì 14 marzo fino a martedì 19 marzo compreso

TONY ANN
giovedì 4 luglio
prezzo del biglietto: 20 euro + prevendita
early bird: 15 euro + prevendita

Virtuoso di professione, Tony Ann è un pianista solista con idee grandiose. Fonde con effetti mozzafiato lo stile moderno e classico. Appassionato conoscitore d’armonia, Ann cerca costantemente nuovi modi non solo per oltrepassare i confini della musica neoclassica e strumentale, ma anche della musica popolare, utilizzando con maestria tutti gli ottantotto tasti a sua disposizione, regalando composizioni originali intrise di emozione e tecnica.

Con oltre 100 milioni di visualizzazioni e un seguito complessivo di oltre 5 milioni di followers sui social media, Ann ha navigato con grande successo nel mondo online, introducendo le nuove generazioni alla musica neoclassica, in particolare attraverso la sua serie “#playthatword”. Utilizzando l’alfabeto scritto sulla sua tastiera, Ann ha creato composizioni originali basate su parole suggerite dal suo pubblico, molte delle quali sono state ufficialmente pubblicate.

Quest’anno Ann ha pubblicato una trilogia di ep (‘Emotionally Blue’, ‘Orange’ e ‘Red’) in collaborazione con Decca Records France (Universal Music Group). Oltre al suo lavoro solista, Tony ama collaborare con altri musicisti – tra cui i brani pubblicati insieme a Don Diablo, Wrabel e L.Dre – dimostrando la sua elasticità musicale e la volontà di immergersi in generi diversi come EDM, Lofi e Pop. Ann ha collaborato anche con The Chainsmokers per la scrittura dei singoli certificati Platino ‘Sick Boy’, ‘Call You Mine (feat. Bebe Rexha)’ e il singolo Oro ‘Side Effects (feat. Emily Warren)’. In tour insieme alla band in qualità di tastierista ufficiale del tour nordamericano ‘Memories: Do Not Open’, si è esibito con loro anche a SNL e Good Morning America.

Dopo una recente residenza di quattro spettacoli sold out alla Le 360 di Parigi, Tony Ann è entusiasta di portare il suo spettacolo in Europa da aprile, toccando l’Italia a maggio per due concerti a Milano già sold-out in prevendita, fino ad arrivare a Sexto’nplugged Festival, per la prima volta, giovedì 4 luglio.

BDRMM
sabato 6 luglio
+ altri artisti da annunciare
prezzo del biglietto: 25 euro + prevendita
early bird: 20 euro + prevendita

Tra le band piu’ rappresentative dello shoegaze britannico, bdrmm – reduci dai recenti concerti italiani da headliner a febbraio, ampiamenti accolti da critica e pubblico – annunciano il loro ritorno per un atteso appuntamento estivo nella splendida cornice di Piazza Castello. Per la prima volta a Sexto’nplugged Festival, bdrmm sono attesi sabato 6 luglio.

Band di quattro elementi con sede a Hull e Leeds, dal punto di vista musicale le loro influenze si rifanno a The Cure, Deerhunter e DIIV. Il gruppo indica i RIDE e i Radiohead tra i principali punti di riferimento. Ci sono anche echi di krautrock e post-punk, dai The Chameleons ai Protomartyr, oltre al proto-shoegaze di ‘The Comforts Of Madness’ dei Pale Saints.

Dopo essersi formata nel 2016, la band ha suonato incessantemente, supportando artisti del calibro di Fat White Family, Her’s e V**gra Boys. Il passaparola sui live della band è cresciuto rapidamente e i loro primi dischi sono stati coverizzati da artisti del calibro di So Young e The Line Of Best Fit. Quando Steve Lamacq li fa passare nel suo programma Recommends della BBC Radio 6 Music, la band viene notata dai Sonic Cathedral. L’etichetta ha ristampato il primo singolo ‘C:U’ su un 7″ nell’ambito del Singles Club e lo ha seguito con l’EP compilation ‘If Not, When?’, che ha registrato il tutto esaurito e ha conquistato legioni di nuovi fan, tra cui Lauren Laverne, Huw Stephens e John Kennedy.

Alla fine del 2019 hanno registrato il disco di debutto di 10 tracce, ‘Bedroom’, presso lo studio The Nave di Leeds con Alex Greaves (Working Mens Club, Bo Ningen), poi masterizzato a Brooklyn da Heba Kadry (Slowdive, Beach House). Pubblicato nel luglio del 2020, il disco è un debutto estremamente riuscito e un vero passo avanti rispetto ai primi singoli, sia dal punto di vista sonoro che dei testi; parole come “It’s not that I didn’t try and keep my shit together / This whole ordeal just took over” (dal brano ‘Gush’) sembrano adattarsi perfettamente ai tempi e parlare a un pubblico stanco della pandemia.

Come conseguenza, ‘Bedroom’ diventa uno dei successi underground del lockdown, secondo The Guardian, con recensioni entusiastiche ovunque. Dopo aver fatto il pieno di ascolti, aver venduto una stampa dopo l’altra ed essere entrato nelle classifiche ufficiali del Regno Unito in tre diverse occasioni, è finito nella Top 10 degli album del 2020 di Rough Trade.

A fine giugno arriva ‘I Don’t Know’, il secondo album che, come per il precedente, vede Alex Greaves alla produzione. Definito tra i migliori lavori del 2023, il disco, pubblicato per Rock Action (l’etichetta dei Mogwai) va ascoltato tutto d’un fiato, tra ipnotici beat, trip hop ed alternative rock, per un viaggio sonoro pieno di colori e sfumature, dove lo shoegaze è ormai un lontano ricordo.

SLOWDIVE
domenica 7 luglio
+ altri artisti da annunciare
prezzo del biglietto: 40 euro + prevendita
early bird: 35 euro + prevendita

Dopo il doppio sold-out a Milano e Bologna a febbraio, gli Slowdive tornano sui palchi italiani per una serie di date estive che li porterà in Piazza Castello domenica 7 luglio per un atteso concerto a Sexton’nplugged festival, una preziosa occasione per ascoltare dal vivo l’acclamato ‘Everything Is Alive’, l’ultimo album dei giganti dello shoegaze pubblicato a settembre.

Sentito tributo alla madre di Rachel Goswell e al padre del batterista Simon Scott, entrambi deceduti nel 2020, il nuovo lavoro è un’esplorazione sonora della vita e della speranza, che riflette le profonde transizioni personali vissute dai membri della band. Spaziando tra paesaggi sonori psichedelici, pulsanti elementi elettronici anni ’80 e viaggi ispirati a John Cale, si presenta immediatamente come qualcosa fatto per il futuro.

“Everything Is Alive è carico di esperienza, ma ogni nota è equilibrata, saggia e necessariamente incline alla speranza. La sua unica alchimia incarna sottilmente tristezza e gratitudine, radicamento ed elevazione”. Ha dichiarato Rachel Goswell sul nuovo lavoro. “Non sarebbe giusto fare un disco davvero oscuro in questo momento. L’album è piuttosto eclettico dal punto di vista emotivo, ma dà una sensazione di speranza”, ha aggiunto Neil Halstead.

Inizialmente il nuovo progetto ‘Everything Is Alive’ viene concepito da Halstead, nel ruolo di autore e produttore, come un “disco elettronico più minimale”, sperimentando con i sintetizzatori modulari. Il processo decisionale collettivo degli Slowdive ha infine riportato il gruppo verso le loro caratteristiche chitarre intrise di riverbero, assorbendo nelle composizioni l’intenzione iniziale. “Siamo sempre venuti da direzioni leggermente diverse, e i pezzi migliori sono quelli in cui ci incontriamo tutti nel mezzo”, dice Halstead. “Gli Slowdive sono la somma delle loro parti”, aggiunge Goswell.

Con questo nuovo album gli Slowdive dimostrano di essere i maestri del proprio genere, spingendo il loro lavoro verso l’esterno, al di là del singolare; il risultato finale è un disco tanto emotivo e catartico quanto ottimista.

Nata a Reading in Inghilterra nel 1989, la band fondata da Rachel Goswell (chitarra e voce) e Neil Halstead (chitarra e voce), il chitarrista Christian Savill, il bassista Nick Chaplin e il batterista Simon Scott, è considerata tra i principali esponenti del genere shoegaze.

Scioltisi nel 1995 e poi riunitisi nel 2014, con all’attivo cinque album, due raccolte e cinque EP, hanno definito un pezzo di storia della musica rock britannica e non solo.

biglietti in vendita dalle ore 11 di giovedì 14 marzo sui circuiti Ticketone e Ticketmaster (online e offline)
early bird in vendita dalle ore 11 di giovedì 14 marzo fino a martedì 19 marzo compreso

Organizzato dall’Associazione Culturale Sexto, Sexto’Nplugged si è consolidato come una delle proposte culturali di rilevanza nazionale. Giunto quest’anno alla sua diciannovesima edizione, il festival sposa la commistione tra contesto storico e musica contemporanea anche con una serie di eventi collaterali ed iniziative originali che rendono Sexto un’esperienza diffusa in grado di spaziare tra musica, arte, cinema, design ed ecologia, grazie a location uniche ed alle collaborazioni volte a valorizzare il turismo culturale in ambito storico, naturalistico ed esperienziale, senza tralasciare il lato enogastronomico.

Negli ultimi anni Sexto’Nplugged è diventato un punto di riferimento a livello nazionale per i festival boutique, grazie alla sua location contenuta ma di grande impatto e valore storico, artistico e naturalistico, puntando alla qualità, all’esclusività e ad una fruizione esperienziale per lo spettatore.

Oltre ai concerti presenti in Piazza Castello a Sesto al Reghena (PN) dal 4 al 7 luglio, Sexto’Nplugged, anche quest’anno sarà attiva l’area Sexto Lounge, che verrà allestita in Piazzetta Burovich. Ad ingresso gratuito, l’area si presenta come un salotto a cielo aperto ed ospiterà, prima e dopo i concerti, dei dj set tutti al femminile, mostre d’arte e installazioni, oltre che la zona food and drink.

L’impegno dell’Associazione Culturale Sexto prosegue per tutto l’anno, con eventi targatiSexto’Nplugged che spaziano dalle rassegne cinematografiche/cineforum a concerti in collaborazione con club locali, Convergenze (il festival ad impatto green e spin off di Sexto’Nplugged), eventi artistici e culturali che arricchiscono il territorio ed accompagnano al festival in programma in estate nella Piazza Castello di Sesto al Reghena (PN).

Avatar
Author

Comments are closed.